sbc

Firmato il contratto della scuola 110 euro medi nel triennio e una tantum 64 euro per i docenti e 44 per gli ATA. (Notizia Ansa).

Si confermano per i docenti: il ritardo nella chiusura dei contratti di lavoro, l’impoverimento progressivo dei loro salari e l’irrilevanza sociale degli stessi.

I governi in pratica dicono agli insegnanti contratto dopo contratto: non valete niente.

I docenti restano passivi ed inermi.

Ora leggerete i commenti in sindacalese dei sindacalisti firmatari e vi farete la vostra idea. Ma non credo saranno in molti a leggerli.

Questo è quanto noi pensiamo senza tanti giri di parole che come sapete non riempiono la pancia a nessuno.

Una cosa è certa questo contratto è figlio dei mancati investimenti dei governi della passata legislatura nelle leggi di bilancio , dei ritardi contrattuali e dell’ inerzia degli insegnanti stessi.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.