Il problema è da imputare ai controlli della burocrazia che sono estenuanti e non finiscono mai. In termini pratici siamo al 1° settembre, inizia l’anno scolastico e alle scuole non sono ancora arrivati i fondi. Questo stato di cose è incomprensibile visto che: sono state effettuate regolari contrattazioni d’Istituto gli insegnanti hanno lavorato e meritano di essere pagati. Cosa che ad oggi non ancora avvenuta. Per alcuni ad esempio i DSGA , il MOF è una quota di retribuzione fissa che essendo a carico del MEF dovrebbe essere erogata con regolare puntualità, ma ancora non è così. Le somme percepite dagli Insegnanti per queste attività sono già misere rispetto al lavoro svolto e se a questo sommiamo il mancato pagamento, il danno è completo. Di Meglio, Coordinatore nazionale Gilda chiede con forza che questa modalità di erogazione dei fondi ormai cronicizzata nei ritardi diventi più snella e funzionale.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.