Siamo gli idonei del concorso docenti 2020 Ordinario infanzia, primaria (D.D. 498/2020), secondaria (D.D. 499/2020) e STEM 2022 (D. D. n. 252 del 31/01/2022) che, ad oggi, mese di settembre 2023, sono ancora in attesa del ruolo. In previsione dei futuri concorsi PNRR che prevedono l’assunzione di 70.000 docenti entro il 2025 chiediamo che vengano banditi concorsi solo per quelle CDC e in quelle regioni nelle quali le graduatorie di merito del concorso docenti 2020 Ordinario infanzia, primaria (D.D. 498/2020), secondaria (D.D. 499/2020) e STEM 2022 (D.D. n. 252 del 31/01/2022) siano esaurite o comunque non in stato di criticità per scorrimento lento della graduatoria di merito.

Chiediamo dunque che venga svolto un lavoro di ricognizione da parte degli USR allo scopo di identificare le classi di concorso in cui le GM sono esaurite e chiediamo che la ripartizione dei posti messi a bando in occasione dell’imminente primo concorso PNRR tenga conto di tali dati. Infatti è importante sottolineare che, continuando ad usare le GM ad esaurimento nella loro massima capienza, sarà possibile garantire l’assunzione in tempi accettabili a idonei che stanno attendendo il ruolo quanto meno dal 2020, anno di pubblicazione del bando di concorso – ma anche da prima, vista la grande quantità di precari storici presenti nelle GM.

 Nell’attesa della stabilizzazione tramite scorrimento delle GM ad esaurimento, chiediamo che agli idonei abilitati tramite procedura concorsuale 2020 Ordinario infanzia, primaria (D.D. 498/2020), secondaria (D.D. 499/2020) e STEM 2022 (Decreto Direttoriale n. 252 del 31/01/2022) attualmente iscritti in prima fascia GPS venga garantita la precedenza nell’attribuzione delle supplenze da GPS, specialmente in previsione dell’inserimento in prima fascia dei nuovi abilitati tramite percorsi abilitanti da 30, 36, e 60 CFU. Nel concreto, in occasione della riapertura delle GPS nel 2024, proponiamo l’istituzione di sottofasce all’interno della prima fascia GPS in modo tale da distinguere gli abilitati tramite concorso e i nuovi abilitati. 

Infine, chiediamo una deroga al vincolo triennale per i docenti immessi in ruolo nell’a.s. 2023/2024. Chiediamo che ai docenti immessi in ruolo nell’a.s. 2023/2024 vengano garantiti gli stessi diritti dei docenti immessi nell’a.s. 2022/2023 visto che questi due gruppi di docenti hanno superato la stessa procedura concorsuale. Chiediamo dunque che venga data anche ai docenti immessi in ruolo nell’a.s. 2023/2024 la possibilità di mobilità o assegnazione provvisoria interprovinciale subito dopo l’anno di prova. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *