irene manzi

“Dopo un anno al governo il Ministro Valditara riconosce finalmente l’esistenza di un problema relativo al caro scuola. Meglio tardi che mai. L’anno scolastico è già iniziato e da mesi evidenziamo, insieme agli editori, alle associazioni di categoria, ai dirigenti scolastici, alle famiglie e agli studenti l’aumento dei costi per l’acquisto dei libri di testo. Abbiamo sollecitato il governo con una risoluzione – depositata alla camera nei mesi scorsi- una mozione presentata sempre alla Camera e un disegno di legge depositato al Senato per sostenere il diritto allo studio con misure per la gratuità dei libri di testo, dei trasporti e della mensa depositata al Senato.
Non sono più sufficienti i proclami né il richiamare la responsabilità di altri: oggi per molti studenti il diritto allo studio rischia di rimanere sulla carta. Molte regioni hanno adottato misure a sostegno di un effettivo diritto allo studio. Chiediamo, quindi, un impegno chiaro all’esecutivo e non una vaga promessa contro il caro scuola. Si deve intervenire rapidamente con risorse certe”. Così Irene Manzi, responsabile nazionale scuola del Pd

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.