messaggi tossici

Il mondo virtuale, e in particolare i social media, possono avere un impatto negativo sull’autostima e sul benessere dei ragazzi. I modelli di bellezza irrealisticamente perfetti proposti sui social possono infatti portare a sentimenti di inadeguatezza e a comportamenti pericolosi, come diete drastiche o interventi chirurgici.

La campagna di sensibilizzazione “Il Costo della Bellezza” lanciata da Dove, Cittadinanzattiva e Social Warning – Movimento Etico Digitale è un’iniziativa importante che mira a tutelare la salute mentale e fisica dei giovani. Uno studente su due corre rischi per i contenuti dei “messaggi tossici” che può incontrare sui social.

La petizione lanciata nell’ambito della campagna chiede che all’interno dei Piani di Offerta Formativa delle scuole primarie e secondarie, si preveda un percorso educativo sull’uso consapevole dei social media per aiutare i ragazzi a sviluppare un senso critico nei confronti dei contenuti che trovano online e a riconoscere i rischi associati a un uso eccessivo o inappropriato dei social.

Come aiutare i ragazzi a usare i social media in modo consapevole? Un ruolo importante lo hanno genitori ed insegnanti. Ecco alcuni consigli pratici:

  • Parlare con i ragazzi dei rischi associati all’uso dei social media.
  • Insegnare ai ragazzi a riconoscere i contenuti dannosi e a non seguirli.
  • Insegnare ai ragazzi a gestire il tempo che trascorrono sui social media.
  • Incoraggiare i ragazzi a condividere contenuti positivi e costruttivi.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.