Si apre la contrattazione 2023/24 in molte scuole, ecco i consigli di Libero Tassella.
Consiglio alle RSU non colluse con il DS di sollecitare la presenza ai tavoli delle contrattazioni di istituto 23/24 dei sindacati provinciali rappresentativi nella figura del segretario provinciale o di un suo delegato.
Non esistono putroppo incompatibilità, ma per quanto riguarda il cumulo degli incarichi si potrebbero proporre delle regole in contrattazione di istituto, come bisognerebbe prevedere che qualora si parli di compensi che riguardano una o più RSU queste almeno si astengano dall’intervenire e facciano altrettanto nelle eventuali votazioni.
Ricordo che la RSU decide a maggioranza. Il dissenso va esplicitato nel verbale ed evetualmente con una nota posta in calce alla contrattazione (c.d. nota a verbale).
I docenti iscritti ai sindacati e le RSU che si sono candidate e sono state elette, allorquando ci saranno le elezioni RSU chiedano (ma possono farlo da subito) che nelle liste non siano candidati collaboratori del DS e se lo sono tutti, i docenti non li votino.
Bisogna fare chiarezza sui legami DS-RSU ma per farla bisogna impegnarsi in prima persona da subito.
Libero Tassella SBC

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.