Il 23 settembre è stato presentato a Bologna il XXI Rapporto sulla sicurezza delle scuole da Cittadinanzattiva all’VIII edizione del Festival della Partecipazione, il report che come ogni anno fa unn radiografia della scuola italiana dell’anno scolastico appena concluso. Ecco i dati più importanti:

  • Gli studenti erano 7.286.151, ben 795 mila (11%) non erano in possesso la cittadinanza italiana anche se 2/3 erano natio in Italia.
  • Gli studenti con disabilità erano circa 290.000 (3,9%) ogni anno in costante aumento ma 2/3 degli edifici scolastici hanno ancora barriere architettoniche.
  • Permane il problema delle classi pollaio con più di 27 alunni passando da 5.543 a 5.755 che riguardavano 165.430 alunni, in media una su cento ma nel biennio delle scuole superiori di secondo grado è situazione in media di cinque classi su cento.
  • Nel 2022-23 sono accorpate 115 scuole ad altri istituti in seguito al dimensionamento scolastico.
  • Quasi la metà degli edifici scolastici (il 47%) è stato costruito prima del 1976.
  • Solo l’ 11% degli edifici scolastici è progettato secondo la normativa antisismica.
  • Circa il 58% degli edifici scolastici è privo del certificato di agibilità.
  • Circa il 55% degli edifici scolastici è privo del certificato di prevenzione incendi.
  • Il 41% degli edifici scolastici è privo del collaudo statico.
  • Nell’ anno scolastico 2022/23 si sono verificati 61 crolli che hanno causato il ferimento di sei studenti, un’ insegnante e una collaboratrice scolastica.

 

Fonte: Cittadinanzattiva

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.