certificazioni

L’aggiornamento delle graduatorie ATA di terza fascia è previsto per il 2024.

Questo aggiornamento porterà con sé significative novità, soprattutto per i nuovi ingressi nel settore.

Il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) 2019-2021 ha introdotto alcuni cambiamenti, tra cui l’obbligo di possesso del Certificato Internazionale di Alfabetizzazione Digitale (ICDL) per alcuni profili.

Questa richiesta non si applica a coloro che sono già inseriti nelle graduatorie.

Certificazioni informatiche per ATA terza fascia

La certificazione informatica sarà richiesta dal prossimo aggiornamento delle graduatorie ATA di terza fascia a tutti i profili, ad esclusione del collaboratore scolastico, come titolo di accesso insieme al titolo di studio.

Questo riflette l’importanza crescente delle competenze digitali nel mondo educativo moderno.

Per esempio, per il profilo di Assistente amministrativo sarà richiesto un diploma di scuola secondaria di secondo grado e la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Lo stesso vale per l’Assistente tecnico, con l’aggiunta che il diploma di scuola secondaria di secondo grado deve corrispondere al settore professionale specifico.

Richiesta di incontro al Ministero dell’Istruzione

La Uil Scuola Rua ha chiesto un incontro al Ministero dell’istruzione e del merito. Il sindacato ha evidenziato che la procedura in oggetto produrrà un numero di istanze ragionevolmente superiore ai 2 milioni.

Inoltre, ha sottolineato la necessità di apportare diverse ed importanti modifiche in relazione al possesso delle certificazioni informatiche e/o regionali.

La richiesta di incontro è firmata dal Segretario nazionale UIL Scuola Rua Paolo Pizzo.

 

“La procedura in oggetto produrrà un numero, ragionevolmente superiore, ai due milioni di istanze (le domande presentate per il triennio 2021/2023 furono pari a 2.178.949)” evidenzia il sindacato. “alla luce dell’ipotesi di contratto sottoscritto il 14 luglio 2023, si rendono indispensabili diverse ed importanti modifiche anche in relazione al possesso delle certificazioni informatiche e/o regionali“. “al fine di poter compiutamente analizzare le varie ed eventuali problematiche connesse alla pubblicazione di detto bando, occorreranno necessariamente tempi distesi; l’eventuale acquisizione di titoli informatici e/o regionali, da parte degli aspiranti, non può concentrarsi nell’arco temporale di poche settimane antecedenti la pubblicazione del bando“.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.