Prosegue la trattativa all’Aran per la sequenza contrattuale dell’art. 178 dell’ipotesi di CCI del personale Istruzione e Ricerca relativa al triennio 2019/2021, già sottoscritta il 14 luglio scorso: martedì prossimo, 24 ottobre, alle ore 15.00, il sindacato Anief è stato convocato per verificare, nel dettaglio, le modalità di attuazione della lettera ‘f’ dell’art. 178 dell’ipotesi di Contratto collettivo nazionale di lavoro. Nell’accordo di luglio era stati definiti diversi passaggi generali: l’accantonamento dell’ordinamento professionale del personale degli Enti di ricerca e dei Policlinici universitari e l’introduzione per i lavoratori Afam dell’area dei funzionari, in attesa della stabilizzazione del personale precario, senza apportare novità sulle sanzioni disciplinari, con rinvio appunto alla sequenza contrattuale.

 

“Martedì pomeriggio, si porterà avanti – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – la sequenza contrattuale sull’Ordinamento professionale del personale degli Enti di Ricerca, compresi i ricercatori e i tecnologi. Si tratta di lavoratori che svolgono una professione preziosa e che merita di essere valorizzata certamente di più, sia a livello di carriera che di stipendi, rispetto a quanto avviene oggi. Stiamo anche valutando la possibilità di preparare un emendamento apposito per pagare le risorse professionali legate ai ricercatori degli enti di ricerca non vigilati dal Ministero dell’Università e della Ricerca”.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.