La FLC CGIL dopo aver avuto un incontro al Ministero dell’Istruzione sui corsi abilitanti su fabbisogno triennale ha rilevato che “ci saranno numeri alti al sud e bassi al nord, con il paradosso che proprio nelle discipline STEM al nord saranno attivati pochi corsi. Inoltre, la riserva del 45% dei posti il primo anno e del 35% nel secondo e terzo anno di attivazione dei corsi a favore di precari con tre anni di servizio nella scuola statale o paritaria negli ultimi cinque, di cui almeno uno nella classe di concorso prevista dal DPCM potrebbe perdere efficacia a causa del numero esiguo di posti da attivare nelle regioni del nord’”.

I primi percorsi abilitanti partiranno probabilmente entro fine mese, infatti il DPCM per i percorsi da 30 CFU/CFA si dovranno concludere entro il 28 febbraio 2024 mentre i percorsi di 60 CFU/CFA si dovranno concludere entro il 31 maggio 2024.

Se il Ministero confermerà questa linea accadrà come accade ogni anno con il TFA sostegno con numeri alti al sud e bassi al nord, nell’VIII ciclo infatti è stata di nuovo confermata questa tendenza con al Nord il 70% dei posti disponibili ma al Sud il 50% dei corsi universitari causando quindi ulteriore precariato al sud e costringendo gli specializzati del sud a spostarsi al nord per entrare in ruolo con la mini call veloce. 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.