Fuori sede: 350 euro A/R prenotando oggi, questa è la spesa minima che docenti e ATA fuori sede devono mettere in cantiere per trascorrere il Natale con le loro famiglie. La simulazione è stata fatta dal sito Skyscanner collegando a campione Genova e Milano con Palermo e Reggio Calabria. Tutti i voli hanno almeno un cambio e sono stati simulati il 21 o 22 dicembre per l’andata e il 7 gennaio per il ritorno. Naturalmente rientrare il 21 comporterebbe anche chiedere una giornata di permesso, essendo previsto l’inizio delle ferie il giorno 22, tuttavia per i costi dei voli non c’è molta differenza. Ripiegare sui treni per risparmiare e’ praticamente impossibile. Andando su Trenitalia le tratte simulate per i voli risultano ad oggi non acquistabili, inoltre, provando a scendere lungo lo stivale fino alla capitale, aggiungendo ad esempio a Genova e Milano anche Bergamo e Roma, per il viaggio di andata, il risultato non cambia. Al momento c’è Italo che propone per la tratta Milano Palermo una soluzione a 175 euro all’andata e lo stesso al ritorno, per un totale di 350 euro, dividendo il ritorno fra treno e bus, partendo alle 6,40 del mattino da Palermo e arrivando intorno alle 21 di sera a Milano. Più che un rientro al lavoro un vero e proprio pellegrinaggio. In tutto ciò le agevolazioni che il Ministero ha lanciato il 9 ottobre per i docenti fuori sede sono davvero irrisorie relativamente alle spese di trasferta reali oltre che spesso inapplicabili. Per i voli l’unica compagnia convenzionata è Ita Airways che risulta più cara della soluzione prospettata dal motore di ricerca Skyscanner, per un totale di circa 470 euro A/R: a questa cifra si può applicare lo sconto del 15% prenotando dall’area riservata del sito del MIM, ma nonostante lo sconto applicato si arriverebbe a circa 400 euro, contro i 350 che al momento rappresentano la tariffa minima prevista. In ogni caso un vero salasso che di fatto decurta la tredicesima di tutti i fuori sede, docenti e personale ATA, di almeno un quarto.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.