gimmi cangiano

«Il Consiglio di Stato ha accolto la richiesta di sospensiva presentata dall’Avvocatura dello Stato per conto del Ministero dell’Istruzione e del Merito e di fatto boccia le motivazioni alla base della singolare pronuncia del Tar Campania sul dimensionamento scolastico. Il CdS ha intuito la non competenza del Tar Campania in materia e la pericolosità di una decisione che poteva rappresentare un pericoloso ed infondato precedente, di fatto bocciando proprio quelle considerazioni e quelle motivazioni che invece De Luca ha annunciato con tono fiero e vittorioso come gran risultato della sua governance. Sfugge al Presidente che la questione è ben più ampia e che il Consiglio di Stato ha nettamente ridimensionato le sue manie di grandezza. Toccherà attendere adesso il 21 novembre per il pronunciamento della Corte Costituzionale su chi è competente in materia di dimensionamento, cui seguirà il 28 novembre la decisione sul ricorso presentato dalla Regione Campania, avallato dalla sentenza del Tar a sua volta sospesa da pronuncia del CdS. Tanto caos, troppa confusione. Il tentativo di allarmare inutilmente e di mischiare le carte: questo è il gioco di un De Luca sempre più imbarazzante».

Lo dichiara il parlamentare Gimmi Cangiano, componente della Commissione Istruzione alla Camera.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.