Educare alla gentilezza è il nuovo trend per il mese di Dicembre nella scuola media di Napoli “Santa Maria di Costantinopoli”, nel cuore del Centro Storico. – L’idea è stata di trasformare il classico Calendario dell’Avvento in un Calendario dei Gesti Gentili – precisa la docente di sostegno Barbara Civale ideatrice dell’iniziativa – ogni giorno ci sarà un gesto gentile da compiere a scuola o a casa e il giorno successivo sarà argomento di discussione in classe –
L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo da alunni e docenti, al punto che si sta pensando di estenderla anche alle altre classi della scuola. Inaugurato oggi primo dicembre, il Calendario dei Gesti Gentili pone un interrogativo semplice quanto apparentemente difficile da realizzare in questo periodo: “Parlare di gentilezza è molto bello ma, in concreto, come se ne può portare di più nella nostra vita? Proviamoci tutti insieme“. L’intento è risultato ancora più chiaro proprio oggi, all’apertura della prima finestrella: “Fai un complimento o dici una parola di incoraggiamento a chi ne ha bisogno“. C’è tanto: solidarietà, rispetto, amicizia, supporto, valori sani di cui si ha enorme bisogno e non solo, nell’iniziativa ci sono anche due importanti valori aggiunti, il riciclo creativo, essendo stato utilizzato esclusivamente materiale usato per la realizzazione del Calendario e, principalmente, c’é l’inclusione tanto cara ai docenti di sostegno, trattandosi di una scuola con una importante componente multietnica: – il Calendario è stato pensato nel rispetto di tutti, anche degli alunni che non si avvalgono dell’ora di Religione – precisa ancora la docente Civale, la quale ha lavorato insieme ai suoi alunni della II D in questi giorni per la realizzazione del supporto senza mai spoilerare il contenuto delle singole caselle: ciò aiuterà, naturalmente, a mantenere vivo l’interesse fino alle prossime vacanze e, per chi non festeggerà il Natale per motivi religiosi, renderà comunque il mese di Dicembre un momento dell’anno scolastico davvero speciale.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.