Il concorso docenti 2023 è finalmente aperto, rappresentando un’occasione unica per coloro che ambiscono a diventare insegnanti nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Questa guida vi accompagnerà attraverso i passaggi chiave per presentare lacandidatura in modo efficace e competente.

Domande Dall’11 Dicembre al 9 Gennaio

Le candidature potranno essere presentate nel periodo che va dall’11 dicembre al 9 gennaio, con l’obiettivo di colmare più di 20,000 posti messi a disposizione per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Requisiti Fondamentali

Prima di procedere con la candidatura, bisogna assicurarsi di soddisfare tutti i requisiti necessari. Questi includono:

  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso più abilitazione per la specifica classe di concorso oppure
  • tre anni di servizio negli ultimi cinque, entro il termine di presentazione della domanda, svolti presso le scuole statali, anche non continuativi, di cui almeno uno specifico oppure
  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022 Per i 24 CFU bisognerà indicare data di conseguimento

Documenti Necessari da preparare

• laurea,

• l’abilitazione, o eventuali crediti formativi universitari (CFU).

• ITP laurea di primo livello o il diploma di accesso alla classe di concorso

Quante classi di concorso?

Puoi scegliere al massimo una classe di concorso della secondaria di primo grado e una della secondaria di secondo grado, oltre alle procedure di sostegno, se possiedi i titoli richiesti. Si potrà scegliere una sola regione per tutte le procedure alle quali si intende partecipare.

Le Prove del Concorso

Le prove del concorso includono:

• una prova scritta

• una prova un’orale

Consigliamo di studiare attentamente gli argomenti previsti come ambiti pedagogico, psicopedagogico, metodologico, e dell’uso didattico delle tecnologie.

Punteggi e Valutazione

Ogni prova richiede il raggiungimento di almeno 70 punti su 100 disponibili per essere superata. La valutazione complessiva terrà conto della somma dei punteggi ottenuti nelle prove, oltre ai titoli accademici, scientifici e professionali.

Riserva del 30%

Chi ha svolto almeno 3 anni di servizio presso le scuole statali nei 10 anni precedenti, potrà beneficiare della riserva del 30% dei posti.

Buona Fortuna a tutti!

Infine, auguriamo a tutti gli aspiranti insegnanti la migliore fortuna possibile. Il concorso docenti 2023 è un’opportunità straordinaria per contribuire all’educazione e alla crescita delle future generazioni.

 

SCHEDA UIL SCUOLA

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.