giornata nazionale del fomatore

Il senatore della Lega, Roberto Marti, presidente della commissione Cultura a Palazzo Madama, ha annunciato la presentazione di un disegno di legge che mira a istituire la Giornata Nazionale del Formatore. La proposta, avanzata in prima persona da Marti, sottolinea l’importanza della formazione continua in ogni ambito e propone di celebrare questa figura professionale il 14 settembre di ogni anno.

“La formazione è di fondamentale importanza in ogni settore, ed è per questo che ho deciso di promuovere un disegno di legge che istituisce la Giornata nazionale del Formatore. La continua preparazione professionale è essenziale, e riconoscere adeguatamente il ruolo del formatore è un dovere. Questa iniziativa non solo porterà l’attenzione su questo tema cruciale ma avvierà anche una riflessione approfondita a tutti i livelli, dal contesto scolastico all’implementazione dell’apprendimento continuo in ogni settore”, ha dichiarato il senatore Marti durante una conferenza stampa.

La proposta del DDL per la Giornata Nazionale del Formatore sottolinea la necessità di riconoscere e valorizzare la figura del formatore in tutti gli ambiti professionali. Marti, evidenziando il ruolo chiave che i formatori svolgono nell’educazione continua e nello sviluppo professionale, propone di istituire una giornata dedicata a celebrare e riflettere su questa figura essenziale.

Il 14 settembre è la data proposta per la celebrazione di questa giornata speciale, che coinciderà con un momento di consapevolezza e apprezzamento nei confronti dei formatori che contribuiscono in modo significativo all’educazione e alla crescita professionale in diversi settori.

Il disegno di legge di Marti rappresenta un passo importante per mettere in risalto l’importanza della formazione continua e per rafforzare il ruolo chiave dei formatori nell’educazione e nello sviluppo delle competenze. La proposta ora avrà il suo percorso legislativo, e sarà interessante osservare come questa iniziativa influirà sul dibattito sull’istruzione e sulla formazione professionale in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *