La Direzione Centrale Ammortizzatori Sociali dell’INPS, in collaborazione con le Direzioni Centrali Risorse Umane e Tecnologia, Informatica e Innovazione, ha comunicato importanti aggiornamenti riguardanti le visite mediche di controllo domiciliare per i lavoratori pubblici.

 

A seguito della sentenza del Tribunale amministrativo regionale (TAR) del Lazio n. 16305/2023, che ha annullato il decreto ministeriale n. 206 del 17 ottobre 2017, sono state modificate le fasce orarie di reperibilità per i dipendenti delle pubbliche amministrazioni in malattia.Le nuove fasce orarie, valide fino all’emanazione di un nuovo decreto o di eventuali riforme della sentenza, sono state fissate dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00 di tutti i giorni, inclusi i giorni festivi.

Questa decisione è stata presa in virtù del principio di armonizzazione contenuto nell’articolo 55-septies, comma 5-bis, del D.lgs n. 165/2001, richiamato nella sentenza del TAR Lazio.Il Direttore Generale Vincenzo Caridi ha sottolineato l’importanza di fornire indicazioni operative chiare per l’espletamento degli accertamenti medico-legali domiciliari, in attesa di ulteriori disposizioni legislative.

La Direzione Centrale Ammortizzatori Sociali dell’INPS si occupa della gestione delle attività relative all’erogazione di prestazioni integrative e sostitutive della retribuzione, come malattia e maternità, e degli interventi a sostegno del reddito1. La Direzione Centrale Risorse Umane gestisce i processi di acquisizione, selezione e gestione delle risorse umane, inclusi i medici e le altre figure professionali specialistiche.

La Direzione Centrale Tecnologia, Informatica e Innovazione garantisce la gestione e l’evoluzione del sistema informativo e dell’infrastruttura tecnologica e telematica.

Queste modifiche rappresentano un cambiamento significativo per i lavoratori pubblici e per l’organizzazione delle visite fiscali, con l’obiettivo di garantire un controllo efficace nel rispetto dei diritti dei lavoratori.

IL MESSAGGIO INPS 22 Dicembre 2023

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.