Sapevi che alcuni distretti muscolari sono in grado di modificare la tua postura fino a provocare mal di schiena?
Prova a immaginare un muscolo che “parta” dalla zona bassa della schiena, percorra la zona laterale del bacino e arriva fino all’anca.
E’ il caso dell’Ileopsoas, muscolo di fondamentale importanza per il benessere della tua colonna vertebrale.
L’Ileopsoas è in realtà formato dal muscolo iliaco e dal muscolo grande psoas. Quest’ultimo ha origine sulle prime vertebre lombari, mentre il muscolo Iliaco origina sul’ala interna dell’osso iliaco; questi due grossi fasci vanno a inserirsi sul piccolo trocantere del femore.
Quindi questo lungo muscolo, coinvolge zona lombare, bacino e arto inferiore con la sua inserzione.
Come tutti i muscoli, se “accorciati” o se costantemente in tensione, possono provocare una ridotta mobilità delle anche e del tratto lombare.
Inoltre anche una scarsa attivazione di questo muscolo o inadeguato lavoro sinergico con altri muscoli posturali può creare una sofferenza a carico delle ultime vertebre lombari.
Ad esempio l’ ileopsoas e il muscolo trasverso dell’addome sono legati indirettamente attraverso la fascia lombare e la regione addominale. La fascia lombare è un tessuto connettivo che avvolge e collega i muscoli della zona lombare e addominale.


Esercizi di rinforzo e attività che coinvolgono entrambi i gruppi muscolari possono essere parte di un programma posturale efficace.
C’è una connessione anatomica anche tra l’ ileopsoas e il diaframma (vedi precedente articolo).
Questi muscoli sono connessi attraverso tessuti connettivi e lavorano insieme durante la respirazione e alcuni movimenti del tronco. Ad esempio, quando inspiri profondamente utilizzando il diaframma, il muscolo ileopsoas può essere coinvolto per mantenere la stabilità nella regione lombare.
Ad esempio, tensioni o squilibri nel muscolo ileopsoas possono avere impatti sulla postura e sulla funzione respiratoria, influenzando indirettamente il diaframma. Allo stesso modo, problemi al diaframma possono influenzare la funzione dell’ileo-psoas.


E’ importante valutare lo stato di questo muscolo con l’utilizzo di test specifici.
Gli Osteopati “lavorano” sull’ ileopsoas durante le loro sedute di trattamento attraverso tecniche manuali, digitopressioni o manipolazioni che possano ridurre lo stato di tensione di questo muscolo.
Questo approccio può essere parte di una valutazione più ampia del corpo; l’illeopsoas può influenzare la mobilità di schiena e anche; ma in maniera reciproca una zona lombare rigida può aumentare lo stato di tensione di questo muscolo.
Quindi se soffri di mal di schiena o sei pensi di avere una schiena rigida, la causa potrebbe essere “anche” causato dell’ileo-psoas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *