Scrutini primo quadrimestre

Scrutini primo quadrimestre. Il relativo verbale è un documento importante anche in prospettiva (giugno). Quali aspetti occorre tener presenti per evitare contestazioni e brutte sorprese a giugno?

Scrutini primo quadrimestre. Documento da non sottovalutare

Scrutini primo quadrimestre. Il verbale è un documento da stilare con la massima attenzione. Quest’estate alcune decisioni di bocciatura o di diversa valutazione sono stati contestati dai genitori. Il risultato è il ricorso al Tar. Il tribunale amministrativo non entra direttamente nelle questini didattiche. La sua intromissione riguarda sempre aspetti amministrativi e di procedura che purtroppo intersecano gli aspetti didattico-formativi. Il riferimento è a vizi di forma, alla mancata attivazione di percorsi di personalizzazione… Gli insegnanti purtroppo dimenticano che la promozione, la bocciatura sono atti amministrativi. Occorre pertanto ridurre, azzerare al massimo il ricorso di impugnazione da parte dei genitori.

Quali aspetti  da attenzionare?

Il quotidiano economico Italia Oggi dedica ogni martedì diverse pagine al mondo della scuola. La rubrica è “Azienda scuola”. Gli interventi sono sempre interessanti. L’analisi delle diverse questioni è il punto di qualità di ogni contributo.
La settimana prima di Natale ha  proposto un contributo di A. Ciccia Messina dedicato al verbale degli scrutini (“L’essenziale negli scrutini“). Il documento deve risultare inattaccabile da parte dell’utenza. Pertanto i dati eventualmente contenuti devono essere pertinenti e coerenti con la finalità della scuola (Garante Privacy).In altri termini, occorre evitare che essi risultino incoerenti e quindi eccedenti, esorbitanti rispetto al profilo istituzionale della scuola.
Interessante l’analisi dell’autore intorno al tema della motivazione che supporta valutazioni, declinato in aggettivi, avverbi che a giugno spesso determinano profili valutativi non condivisi dai genitori. Se le giustificazioni non sono valutate positivamente dai giudici, allora essi hanno il dovere d’intervenire per risanare situazioni non previste dalla normativa vigente.
Lex, sed dura lex.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.