anief

Il sindacato Anief si fa portavoce della battaglia per il riconoscimento del servizio svolto dai docenti nelle scuole paritarie o presso gli Istituti di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) nel concorso per dirigente scolastico. Secondo il sindacato, questo servizio dovrebbe essere considerato alla pari di quello svolto nelle istituzioni statali.

 

La questione è diventata ancora più rilevante dopo la decisione del tribunale di Padova nel 2023, che ha rimesso in discussione il mancato riconoscimento del servizio nelle scuole paritarie riguardo alla ricostruzione di carriera dei neo-immessi in ruolo con un passato da precari nelle paritarie. In attesa che la Corte di Giustizia europea si pronunci sulla questione, l’Ufficio legale Anief sostiene che vi siano tutti i presupposti per consentire a questi insegnanti di partecipare al concorso per diventare dirigente scolastico.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, critica la discriminazione nei confronti di chi ha maturato esperienza lavorativa nelle scuole paritarie o negli IeFP, sottolineando che questa esperienza debba essere riconosciuta come parte integrante della scuola pubblica. Pacifico sostiene che il rifiuto anticipato di considerare questo servizio come valido è un errore e quindi il sindacato si rivolge al giudice per ottenere giustizia in questa causa.

Il dibattito attorno a questa questione rafforza l’importanza di una valutazione equa e inclusiva delle esperienze professionali dei docenti, promuovendo una visione integrata e paritaria del sistema educativo italiano.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.