Il recente Decreto Milleproroghe, in attesa di essere convertito in legge entro i prossimi 60 giorni, ha introdotto importanti disposizioni per il sistema scolastico italiano. La Federazione UIL Scuola Rua fornisce una lettura dettagliata delle novità contenute nel decreto.

 

1. Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS):
L’articolo 2, comma 4-ter della legge n. 41/2020 stabilisce la proroga delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze per gli anni scolastici 2024/25 e 2025/26. L’aggiornamento e i nuovi inserimenti saranno gestiti tramite un’Ordinanza Ministeriale, in attesa di un nuovo Regolamento delle supplenze per il personale docente.

2. Dimensionamento della Rete Scolastica:
Per il solo anno scolastico 2024/2025, le Regioni sono chiamate a provvedere al dimensionamento della rete scolastica entro il 5 gennaio 2024. Un aspetto rilevante è la possibilità, per le Regioni, di attivare autonomie scolastiche fino al 2,5% del contingente dei posti di dirigente scolastico e di direttore dei servizi generali ed amministrativi. Queste autonomie saranno affidate a reggenza, non influenzando la mobilità o le assunzioni in ruolo, e il loro numero dovrà essere recuperato negli anni successivi.

3. Esoneri e Semiesoneri dall’Insegnamento:
A partire dall’anno scolastico 2024/2025, le istituzioni scolastiche soggette ad accorpamento a seguito del dimensionamento della rete scolastica potranno richiedere l’esonero o il semiesonero dall’insegnamento. I criteri e le modalità di individuazione delle istituzioni ammissibili saranno definiti da un Decreto del Ministro dell’Istruzione e del Merito, in concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, entro trenta giorni.

4. Pareri CSPI:
Fino al 31 dicembre 2024, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) fornirà il proprio parere entro sette giorni dalla richiesta del Ministro dell’Istruzione e del Merito, come previsto dall’articolo 3, comma 1 della legge n. 41/2020.

Queste misure delineano una visione dinamica e adattabile del sistema educativo italiano, fornendo alle istituzioni scolastiche strumenti e flessibilità per affrontare le sfide in evoluzione nel panorama dell’istruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *