Nel mirino il Segretario generale Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile

Il mondo della scuola in Italia si trova di fronte a una situazione critica, con oltre 3.000 assistenti amministrativi e tecnici senza contratto dal 1° gennaio 2024 e migliaia di docenti e ATA supplenti senza stipendio da quasi 4 mesi. Il Segretario generale Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile, mette in luce queste problematiche, definendole “inaccettabili”.

 

Le recenti disposizioni ministeriali hanno prorogato i contratti di 5.739 collaboratori scolastici fino al 15 aprile 2024, ma ciò non si è applicato a 3.166 assistenti amministrativi e tecnici, anch’essi assunti per le stesse finalità. Questa disparità è stata etichettata come “discriminazione inammissibile” da D’Aprile, il quale chiede la proroga per tutto il personale ATA, fino al 30 giugno 2024, affermando che sarebbe un primo passo a favore delle legittime aspettative del personale precario e del sollievo delle scuole da pesanti adempimenti burocratici.

D’Aprile sottolinea inoltre la necessità di un intervento legislativo urgente per affrontare il sovraccarico di lavoro del personale ATA. Propone un piano straordinario di immissioni in ruolo e l’ampliamento dell’organico, allo scopo di rendere stabile l’attuale organico aggiuntivo.

L’attenzione del Segretario si rivolge anche ai supplenti senza stipendio, definendo la situazione “intollerabile”. Critica il ministero per scaricare responsabilità anziché risolvere il problema, chiedendo un intervento immediato per garantire il regolare pagamento a coloro che lavorano ogni giorno con impegno e dedizione. La burocrazia non può, secondo D’Aprile, impedire il giusto compenso per il lavoro svolto dai supplenti.


Iscriviti al mio gruppo whatsapp 👇

🔵 NOI ATA – gruppo Whatsapp per il Confronto, le Notizie, i Concorsi e i Corsi per il personale scolastico ed aspiranti tali

https://chat.whatsapp.com/CDbgmOBoZus7j09Ldwpard

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *