Ha tenuto in questi giorni -e continua a tenere- banco tra la comunità studentesca la questione relativa agli aumenti dei pasti che l’A.Di.S.U.R.C.  (ente regionale per il diritto allo studio) ha necessariamente, vista l’inflazione, dovuto approntare e che ha creato non pochi malumori tra alcuni universitari, che si sono sentiti “mal rappresentati”. Per completezza si rimanda all’articolo precedente, dove la tematica è stata trattata in maniera diffusa, che potrete leggere clickando su questo link. Cionondimeno, arrivano dal “fronte mensa” anche buone notizie, almeno per gli studenti dell’università di Salerno: è stata approvata, infatti, la proposta di tenere aperta la mensa nel fine settimana, avanzata dal gruppo associativo “Studenti in Movimento” in CdS (Consiglio degli Studenti, organo di rappresentanza di tutti gli studenti dell’ateneo, ndr.)

Nello specifico, a decorrere dal 13 Gennaio fino al mese di maggio la mensa d’ateneo resterà aperta anche di sabato e domenica, ad ora di pranzo, dalle 12:00 alle 14:30, consentendo agli studenti fuori sede e ai candidati per il TFA di poter consumare un pasto completo a Fisciano, beneficiando del servizio di ristorazione offerto.

Soddisfatto Michele De Rosa, rappresentante degli studenti in Senato Accademico, punta di diamante di Studenti in Movimento, che dichiara: ”

Esprime entusiasmo anche Mattia Vitale, consigliere degli studenti tra i firmatari della proposta:”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *