“Doppio canale di reclutamento dei docenti e superamento del vincolo di permanenza (sostituendolo con incentivi) in territori spesso lontani da casa, sono i fronti principali attualmente aperti con Bruxelles sulla scuola per quanto riguarda il Pnrr. Ma mentre sul vincolo al momento la chiusura è di fatto totale (col risultato che crescono le rinunce al ruolo) maggiori speranze si nutrono sul doppio canale, in quanto strumento concreto per invertire il trend che gli ultimi anni ha visto la crescita esponenziale delle supplenze a scapito della stabilizzazione degli insegnanti, prima garanzia di qualità del servizio. Troppo lunghi i tempi del tradizionale concorso per titoli ed esami”. Così sulla sua pagina Facebook il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega Mario Pittoni, già presidente della commissione Cultura al Senato.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.