L’atteso aggiornamento delle graduatorie ATA di terza fascia potrebbe finalmente concretizzarsi nel corso del 2024, ma le opinioni divergenti tra sindacati stanno alimentando incertezze tra gli aspiranti e il personale interessato.

 

Mentre alcune sigle sindacali hanno espresso dubbi in merito ai ritardi nella firma definitiva del CCNL scuola 2019-21 e alla questione della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, Anief si mostra fiduciosa che l’aggiornamento avverrà secondo le previsioni.

Gia la Uil Scuola Rua ha ipotizzato uno slittamento dell’aggiornamento, attribuendo le difficoltà al CCNL scuola 2019-21, ancora in attesa di firma definitiva. La modifica del titolo di accesso nelle graduatorie di terza fascia, con l’introduzione dell’obbligo di certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale che potrebbe causare ritardi e incertezze tra gli aspiranti.

Dall’altra parte, l’Anief che ha espresso ottimismo, Pacifico ha dichiarato: “Penso si farà in tempo. A giorni ci dovrebbe essere la firma del Contratto.” Nonostante il governo abbia dato il via libera al CCNL 2019-21, la firma definitiva è attesa entro fine gennaio, rendendo la situazione una corsa contro il tempo.

La questione principale riguarda la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, e l’incognita rimane se il Ministero possa prorogare i termini per consentire al personale ATA di conseguire l’attestato richiesto senza fretta e con chiarezza sulle direttive ministeriali, nel frattempo la corsa alla conquista dell’ultimo titolo è avviata, tant’è che consigliamo di correre subito ai ripari.

Autore

Un pensiero su “Aggiornamento Graduatorie ATA: tra preoccupazioni e ottimismo in attesa del nuovo CCNL”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.