In data 02/02/2024 – su orizzontescuola.it – è stato pubblicato un articolo recante questo titolo “Sostegno, quale continuità didattica? Quasi il 60% degli alunni con disabilità cambia ogni anno insegnante. I dati dell’ISTAT”, a cura di Fabrizio De Angelis.

La continuità didattica per gli alunni e studenti con disabilità resta un miraggio nella maggior parte dei casi. La conferma arriva dall’ultimo report Istat sull’inclusione scolastica per l’anno scolastico 2022/2023. La fotografia dell’Istat per l’anno scolastico 2022/2023 vede la quota di alunni con disabilità che ha cambiato insegnante di sostegno rispetto all’anno precedente essere pari al 59,6%, sale al 62,1% nelle secondarie di primo grado e raggiunge il 75% nelle scuole dell’infanzia. L’Istat pone anche un altro dato su cui riflettere, ovvero il 9% di alunni che invece ha cambiato insegnante per il sostegno nel corso dell’anno scolastico. Anche in tale circostanza, non si ravvedono differenze significative sul territorio e tra gli ordini scolastici.

A tal proposito il Ministro Valditara ha annunciato una proposta di modifica al regolamento delle supplenze che vada incontro proprio a questo problema, ovvero la conferma dello stesso insegnante per tutto il ciclo scolastico: “Stiamo lavorando alla modifica del regolamento per le supplenze, in modo da consentire la conferma dei docenti precari sui posti ricoperti per tutta la durata del ciclo scolastico frequentato dagli studenti con disabilità che sono loro affidati, nel pieno accordo fra le famiglie e le istituzioni scolastiche“, ha asserito il Ministro.

Confintesa Scuola ha scritto vari articoli stampa e note sindacali inviate al Ministro Valditara affrontando le tematiche inerente alla continuità didattica per gli alunni con disabilità, spesso interrotta per la precarietà della maggior parte dei docenti di sostegno e per le modalità di assegnazione delle supplenze.

Accogliamo con soddisfazione e compiacimento la prospettiva della modifica del regolamento descritte dal Ministro. Speriamo che vengano accolte tutte le proposte di Confintesa per il bene non solo dei docenti precari ma anche e soprattutto degli alunni speciali che seguono; speriamo infatti che si proceda alla definitiva stabilizzazione del personale precario su sostegno a vario titolo”, così dichiarano Dario Dubolino e Giovanni Corrao, Responsabili Regionali di Confintesa Scuola Sicilia – lavoratori della Conoscenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *