Aggressioni professori

Aggressioni professori. Il Ministro annuncia un giro di vite. E’ l’ultimo. Ora perè deve darci qualche risultato

Aggressioni professori. L’ultima dichiarazione del Ministro

Aggressioni ai professori. Non solo anche ai presidi. Commentavo ieri: “Entrare (o quasi) in un edificio scolastico non è più sicuro. Uscire sta diventando un augurio, una speranza“. Constatavo la marginalità dell’ultima vicenda dell’accoltellamento, notando la scarsa rilevanza dei quotidiani (prime pagine) e l’assenza della politica. Il Ministro Valditara ovviamente rappresenta un’eccezione. Ha rilasciato la seguente dichiarazione: “sono convinto che si debba introdurre una ulteriore, specifica sanzione risarcitoria – che stiamo elaborando insieme con il ministro Nordio – per il danno reputazionale che le scuole ricevono dall’aggressione dei propri dirigenti scolastici, dei propri docenti o del personale in generale: perché è evidente che chi aggredisce un dipendente della scuola aggredisce lo Stato, minando, nel profondo, la credibilità e l’autorevolezza dell’istituzione

Ministro ci presenti qualche risultato

Purtroppo la dichiarazione è l’ultima di una lunga serie. Quest’ultima, inoltre, certifica la fase di riflessione (“stiamo elaborando insieme con il ministro Nordio…”) del MinistroAncora? Non sono stati sufficienti i tanti casi che si sono verificati in questi  18 mesi di Governo Meloni  (settembre 2022- febbraio) per mettere in atto dei seri provvedimenti nei confronti di questi genitori  e ragazzi? Il dubbio può essere risolto solo davanti a fatti concreti.  Se il Ministro ha queste “prove” le esibisca. Diversamente si resta dentro un verbalismo inconcluente e sinceramente fastidioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *