“Si lavora di sponda col ministero per gli Affari Europei, le Politiche di Coesione e il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nella speranza di ottenere pure quest’anno il via libera alla deroga sul vincolo di permanenza dei docenti in un certo territorio, spesso a centinaia di chilometri da casa, vista anche la necessità di allinearsi alla revisione del Pnrr che ha comportato la rivisitazione delle scadenze. Ricordo che il vincolo incombe come un’autentica spada di Damocle sull’equilibrio familiare ed economico di decine di migliaia di insegnanti (che arrivano pure a rinunciare al ruolo), senza peraltro garantire agli studenti la “mitica” continuità didattica che il Governo precedente ha legato agli obiettivi del Pnrr. Il tutto in attesa di riuscire a convincere Bruxelles sui limiti del vincolo che a mio parere, se davvero si punta alla continuità didattica, andrebbe sostituito con incentivi e stabilizzazioni”.

Così sulla sua pagina Facebook il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega Mario Pittoni, già presidente della commissione Cultura al Senato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *