ANIEF MARCELLO PACIFICO

Il concorso per docenti di sostegno 2024, sebbene attragga un numero significativo di candidati, non riuscirà a colmare le numerose cattedre vuote, sottolinea l’Anief. Il presidente Marcello Pacifico propone una proroga al Decreto Legge Pnrr con assunzioni dalla I fascia Gps e inclusione di specializzati all’estero.

 

La scuola italiana si trova di fronte a un paradosso: nonostante oltre 11mila candidati partecipino al concorso per docenti di sostegno, più del 75% delle cattedre rimarrà scoperto. Il Ministero dell’Istruzione ha bandito 14.627 posti, ma secondo le stime riportate da Tuttoscuola, solo circa il 24% di essi sarà coperto, lasciando un’enorme lacuna nel sostegno agli studenti con disabilità.

Il presidente nazionale dell’Anief, Marcello Pacifico, ha sollevato l’allarme su questa situazione, definendola un controsenso dovuto all’incrocio tra domanda e offerta in diverse regioni italiane. Al Nord, ci sono troppe cattedre a concorso e pochi candidati, mentre al Sud la situazione è inversa, con candidati ben 36 volte maggiori rispetto ai posti disponibili.

Secondo Pacifico, la soluzione a questo problema è chiara e urgente: “serve subito nel Decreto Legge Pnrr la proroga delle assunzioni da I fascia Gps sostegno con l’inclusione degli specializzati all’estero”. Questa mossa, afferma Pacifico, permetterebbe di colmare le cattedre con docenti specializzati, garantendo così un adeguato supporto agli studenti con esigenze speciali.

Il sindacato Anief ribadisce che i concorsi da soli non possono risolvere il problema della supplentite e sottolinea la necessità di interventi tempestivi da parte del governo per garantire una copertura efficace delle cattedre di sostegno. Mentre la competizione tra domanda e offerta rimane un ostacolo, Pacifico sostiene che l’inclusione di specializzati all’estero e la proroga al Decreto Legge Pnrr rappresentino il passo chiave per affrontare questa sfida critica nel sistema educativo italiano.

 

Autore

Un pensiero su “Sostegno, tanti candidati al concorso ma cattedre scoperte. Pacifico (Anief): “serve proroga al Decreto legge Pnrr con assunzione da I fascia Gps e inclusione specializzati all’estero””
  1. Sono d’accordo sul fatto che bisogna prorogare la norma che prevede l’assunzione dalla prima fascia GPS sostegno, ma per gli specializzati esteri dovrebbero formare una graduatoria a parte dalla quale assumere dopo aver esaurito la prima fascia GPS perchè non è giusto che chi ha i soldi per partecipare alle specializzazioni estere, che costano di più rispetto a quelle ottenute in Italia, e quindi a vantaggio dei più ambienti. Inoltre consentirei ai docenti specializzati inseriti nella graduatoria ADSS(sostegno secondaria secondo grado) di poter essere utilizzati per le assunzioni anche per l’insegnamento ADMM(secondaria primo grado), visto che alle medie mancano tali specializzati. Questo perchè essendo venute meno le aree disciplinari, con le quali in passato si assegnavano le cattedre, non si capisce il motivo per il quale un docente specializzato alle secondarie di secondo grado non possa insegnare sul sostegno alle medie visto che spesso con la stessa laurea si può insegnare su tutte e due i gradi di istruzione. Ad oggi per gli incarichi su sostegno alle superiori primo grado si ricorre alle GPS graduatorie incrociate e quindi a docenti privi di specializzazione, mentre altri con la specializzazione restano a casa con grave danno per gli alunni con disabilità che avrebbero bisogno di docenti formati per tale insegnamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.