ata

La Lega festeggia la vittoria del buonsenso: il personale ATA della scuola potrà aggiornare le proprie graduatorie senza aspettare il 2025, come previsto inizialmente dal decreto Milleproroghe.

 

La modifica, proposta dal partito di Matteo Salvini, ha ottenuto il via libera dalle Commissioni parlamentari e si appresta a diventare legge dello Stato con il voto finale in aula.

Si tratta di una notizia positiva per i circa 500 mila lavoratori della scuola che svolgono mansioni di assistenza, amministrazione e tecnica.

Grazie all’emendamento della Lega, potranno accedere alle graduatorie provinciali permanenti e alle graduatorie di circolo e di istituto di prima, seconda e terza fascia, senza dover attendere il termine del triennio 2022-2024.

La riformulazione dell’emendamento sul personale ATA della scuola, che non prevede più slittamenti dell’aggiornamento delle graduatorie, ha superato l’esame delle Commissioni alla Camera e si avvia, col voto finale sul Milleproroghe nelle aule parlamentari, a diventare legge dello Stato. Ha vinto il buonsenso!”. Così ha commentato sulla sua pagina Facebook il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega Mario Pittoni, già presidente della commissione Cultura al Senato.

Pittoni ha sottolineato che si tratta di una “battaglia di civiltà” per garantire il diritto al lavoro e alla mobilità dei lavoratori della scuola, che sono stati penalizzati dalla pandemia e dalle chiusure delle attività didattiche. “La Lega è sempre stata al fianco del personale ATA, che svolge un ruolo fondamentale per il funzionamento della scuola e per la sicurezza degli studenti e dei docenti”, ha aggiunto Pittoni, ringraziando i colleghi parlamentari che hanno sostenuto l’emendamento.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.