La gestione degli organi collegiali rappresenta un aspetto cruciale per il corretto funzionamento delle istituzioni scolastiche. La convocazione di Collegi dei docenti, Consigli di classe o di Istituto segue procedure ben definite, stabilite da regolamenti interni specifici per ciascuna scuola, in linea con le normative vigenti.

 

Regolamentazione interna e normativa di riferimento

Le modalità di convocazione degli organi collegiali sono delineate da regolamenti interni adottati da ciascuna istituzione scolastica. Questi regolamenti, deliberati dal Consiglio d’Istituto, devono includere anche le procedure per la convocazione di riunioni straordinarie, evitando discrezionalità nelle procedure organizzative.

Secondo l’articolo 10, comma 3, lettera a) del decreto legislativo 297/94, è compito del Consiglio d’Istituto adottare il regolamento interno, che può prevedere modalità specifiche per la convocazione sia degli organi collegiali ordinari sia di quelli straordinari.

In assenza di regolamenti interni, si fa riferimento al regolamento tipo predisposto dal Ministero della Pubblica Istruzione, che stabilisce un preavviso di convocazione non inferiore ai 5 giorni.

Il diritto di convocazione e la legittimità delle richieste

Un aspetto significativo della normativa è la possibilità per almeno un terzo dei docenti di un Collegio di richiedere una riunione collegiale o l’inserimento di un punto all’ordine del giorno. Questa disposizione garantisce che tematiche rilevanti, soprattutto quelle didattiche, possano essere discusse e, se necessario, deliberate collegialmente.

Collegi ordinari e straordinari

Un Collegio dei docenti è considerato ordinario quando i punti all’ordine del giorno sono stati previsti e deliberati nel piano annuale delle attività. Al contrario, assume carattere di straordinarietà quando è necessario affrontare problemi didattici urgenti o altre questioni improcrastinabili, come stabilito dall’articolo 7 del decreto legislativo 297/94. Le convocazioni straordinarie, per motivi d’urgenza, possono essere effettuate anche con 24 ore di preavviso, ma richiedono una motivazione specifica.

La normativa e i regolamenti interni delle istituzioni scolastiche stabiliscono quindi un quadro chiaro per la convocazione degli organi collegiali, garantendo trasparenza e partecipazione attiva dei docenti nella vita scolastica. Questo sistema normativo assicura che le decisioni importanti siano prese collettivamente, rispettando i tempi e le procedure stabilite, a beneficio della comunità educativa nel suo insieme.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.