Concorso bruxelles

 

Diventano pubbliche le date di svolgimento delle prove scritte dei concorsi ordinari per l’assunzione in ruolo dei docenti su posto comune e su posto di sostegno nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado: il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha oggi comunicato, con apposito avviso, che si terranno a partire dal prossimo 11 marzo e che a contendersi i 44.654 posti a disposizione saranno 373.000 candidati: 69.117 per la scuola dell’infanzia e primaria, 303.687 per la scuola secondaria.

 

“Questo concorso per diventare insegnanti nella scuola pubblica ci trova sostanzialmente d’accordo perché offre la possibilità, in tempe relativamente brevi, di potere coprire dei posti vacanti, ma non dobbiamo illuderci che possa bastare per risolvere il problema endemico della supplentite nella scuola italiana – avverte Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – , perché al termine delle procedure si andranno solo a scalfire i numeri da record di contratti a tempo determinato, confermati anche in questi giorni, ormai vicini a 250mila per anno scolastico e che invece di ridursi aumentano di anno in anno. Ricordo che restano anche da stabilizzare i vincitori del concorso straordinario 2020, mentre non si comprende il motivo dell’esclusione degli idonei, come pure del mancato via libera all’immissione in ruolo da Gps e quindi il ripristino del doppio canale di reclutamento”.

 

LE PROVE

Le prove si terranno nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione e, sulla base della quantità dei partecipanti, potranno svolgersi in più sessioni mattutine e pomeridiane. Nello specifico, l’11 e 12 marzo si svolgeranno le prove relative alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria: dal 13 al 19 marzo (esclusi sabato e domenica) quelle della scuola secondaria. Le operazioni di identificazione avranno inizio alle ore 8.00 per il turno mattutino e alle ore 13.30 per il turno pomeridiano. Il turno mattutino è previsto dalle 9.00 alle 10.40 e il turno pomeridiano dalle 14.30 alle 16.10. La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, ancorché dovuta a caso fortuito o a causa di forza maggiore, comporterà l’esclusione dalla procedura concorsuale. I candidati che non riceveranno comunicazione di esclusione dalla procedura saranno tenuti a presentarsi per sostenere la prova scritta, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale.

 

La prima prova, scritta, si baserà su 50 quesiti a risposta multipla di contenuto non disciplinare: ogni candidato dovrà rispondere a 10 quesiti di contenuto pedagogico, 15 psicopedagogico (con aspetti relativi all’inclusione), 15 di contenuto metodologico-didattico (con gli aspetti relativi alla valutazione), 5 sulla conoscenza della lingua inglese e 5 sull’uso didattico delle tecnologie digitali. Gli aspetti più disciplinari verranno affrontati nella prova orale, diversa per ogni classe di concorso, cui avranno accesso i candidati che avranno riportato il punteggio minimo di 70/100 nella prova scritta.

 

Una volta pubblicato il calendario, gli Uffici Scolastici regionali provvederanno all’abbinamento candidato – sede almeno 15 giorni prima rispetto alla data della prova. Inoltre Il candidato, dal Portale Unico del reclutamento, potrà accedere tramite link all’area “Graduatorie” della Piattaforma “Concorsi e Procedure selettive” con le stesse modalità di accesso descritte all’articolo 10, comma 3, e visualizzare/salvare il documento relativo alla propria convocazione. Detto avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti. Gli organizzatori delle prove dovranno tenere conto delle candidate in stato di gravidanza che chiederanno di differire la prova; dei candidati che chiedono di sostituire prova scritta con prova orale. I candidati dovranno inviare la documentazione almeno dieci giorni prima della prova e la commissione dovrà valutare; dei candidati che richiedano ausili e/o tempi aggiuntivi per l’espletamento della prova. I candidati dovranno documentare le proprie condizioni inviando i documenti almeno dieci giorni prima dell’inizio della prova e la commissione dovrà valutare delle candidate che nella sede della prova necessitino di appositi spazi per l’allattamento. La documentazione dovrà essere inviata almeno dieci giorni prima rispetto la data della prova.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.