Un duro colpo per i docenti specializzati che aspirano a entrare in ruolo su posto di sostegno. Il Milleproroghe 2024, approvato dalla Camera e ora al Senato, non prevede per il prossimo anno scolastico l’assunzione straordinaria di questi insegnanti, come invece era avvenuto negli ultimi tre anni.

 

Si tratta di una decisione che ha suscitato la delusione e la rabbia di migliaia di docenti che ad aprile aggiorneranno la loro posizione nelle GPS, e che speravano di ottenere una cattedra stabile grazie allo scorrimento della graduatoria.

Il gruppo Facebook SBC, ha denunciato la mancanza di una visione strategica da parte del governo, che con questa scelta penalizza i docenti più preparati e qualificati, e soprattutto i bambini e i ragazzi con bisogni educativi speciali, che avrebbero beneficiato della continuità didattica garantita dai docenti in ruolo.

SBC ha anche sottolineato che non ci sarebbe neppure un vantaggio economico, in quanto i docenti assunti negli ultimi tre anni con la formula dell’ex art. 59 avevano un contratto a tempo determinato al 31 agosto, con l’obbligo di superare una prova per la conferma in ruolo. Quindi, non si tratterebbe di nuove assunzioni, ma di stabilizzazioni di personale già in servizio.

SBC ha chiesto al governo di rivedere la sua posizione e di introdurre in un prossimo provvedimento legislativo la possibilità di assunzioni straordinarie di sostegno anche per il 24/25, confermando un istituto che in questi tre anni ha incrementato notevolmente le immissioni in ruolo su posti di sostegno del contingente autorizzato dal MEF, che altrimenti sarebbero restati vacanti e disponibili per le supplenze annuali.

Libero Tassella leader di SBC ha annunciato iniziative di mobilitazione e protesta per difendere i diritti dei docenti specializzati e dei loro alunni.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.