“Continuano a segnalarci ritardi sui pagamenti degli stipendi dei precari, anche in alcuni casi di due o tre mesi. È necessario che quanto prima i Ministeri dell’Istruzione e dell’Economia si raccordino per trovare delle procedure di pagamento meno farraginose per rispettare il sacrosanto diritto di chi lavora, ad essere retribuito alla fine di ogni mese”.

Così, in una nota, il Coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti Rino Di Meglio.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.