“Abbiamo reso accessibili i percorsi formativi senza preselezione, dopo dieci anni di battaglie raggiungiamo un grande risultato per tutta la comunità scolastica”

Dopo una lunga attesa decennale, il 2024 si rivela finalmente l’anno in cui i percorsi formativi abilitanti all’insegnamento diventano una realtà per tutte le categorie, senza alcuna preselezione. Mario Pittoni, responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega e già presidente della commissione Cultura al Senato, ha annunciato con entusiasmo questa vittoria attraverso la sua pagina Facebook.

La battaglia iniziò nel 2013 con l’introduzione dei Percorsi Abilitanti Speciali (PAS), un’iniziativa che ha richiesto oltre dieci anni di impegno e perseveranza. Pittoni, nel suo comunicato, ha sottolineato l’importanza di questo successo nel rendere accessibili i percorsi formativi a tutti coloro che aspirano a diventare insegnanti, eliminando qualsiasi forma di preselezione.

L’impegno della Lega in questo ambito è stato evidente fin dall’inizio, con l’obiettivo dichiarato di fornire opportunità formative senza discriminazioni. I corsi, ora pronti per partire, rappresentano un passo significativo verso un sistema educativo più inclusivo e accessibile.

L’abilitazione all’insegnamento è un traguardo cruciale per coloro che desiderano intraprendere la carriera nell’ambito dell’istruzione. L’eliminazione della preselezione garantisce che ogni individuo abbia la possibilità di accedere a questi percorsi formativi, promuovendo così la diversità e l’uguaglianza nelle professioni legate all’istruzione.

La notizia è stata accolta con entusiasmo dalla comunità educativa e da coloro che da tempo attendevano l’apertura di tali opportunità. Il successo raggiunto sottolinea l’importanza di un impegno costante nel perseguire obiettivi di lungo termine che hanno un impatto positivo sulla società nel suo complesso.

Con il via libera per i percorsi formativi abilitanti all’insegnamento, il 2024 si prospetta come un anno di trasformazione per il settore dell’istruzione, aprendo le porte a una nuova generazione di insegnanti qualificati e appassionati.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.