Nell’incontro al Ministero sulle problematiche del nuovo codice degli appalti tenutosi lo scorso 25 gennaio, con il Capo di Gabinetto prof. Giuseppe Recinto, la delegazione Anief, aveva segnalato le criticità riscontrate dalle scuole in ordine ai viaggi d’istruzione e per le concessioni di servizi di distributori automatici in assenza del requisito di stazione appaltante qualificata.

Ed è così che le sopracitate richieste hanno finalmente trovato riscontro con la nota di cui al Prot. N. 1345 del 27 febbraio 2024, con cui l’A.N.A.C., in risposta “alle richieste di parere pervenute in data 6 febbraio u.s., acquisite al protocollo dell’Autorità con i numeri 18586 e 18598 di pari data, con cui sono state rappresentate le difficoltà degli istituti scolastici”, “ha riconosciuto la possibilità, per gli istituti scolastici, di procedere autonomamente fino al 30 settembre 2024 all’acquisizione dei CIG per gli appalti relativi ai servizi di programmazione, organizzazione ed esecuzione di viaggi di istruzione, stage linguistici e scambi culturali e per le concessioni di distributori automatici indipendentemente dalla qualificazione posseduta e dal valore degli affidamenti”.

In particolare, per escludere la paralisi dell’attività negoziale in questione e, quindi, per ovviare alle oggettive difficoltà delle Istituzioni scolastiche prive della qualificazione richiesta ai sensi degli artt. 62 e 63 e del relativo Allegato II.4 del D. Lgs. n. 36/2023, l’A.N.A.C., con nota Prot. N. 1345 del 27 febbraio 2024, altresì richiamata dalla Nota ministeriale di cui al Prot. N. 1417 del 29 febbraio u.s. inviata dal M.I.M. alle istituzioni scolastiche, ha stabilito che:

  1. a) fino al 30 settembre 2024, sarà consentito alle Istituzioni Scolastiche di procedere autonomamente all’acquisizione del CIG per gli appalti relativi ai servizi di programmazione, organizzazione ed esecuzione di viaggi di istruzione, stage linguistici e scambi culturali e per le concessioni di distributori automatici, indipendentemente dalla qualificazione posseduta e dal valore degli affidamenti;

La deroga sarà operativa a partire dall’8 marzo 2024,

Infine, sempre con la medesima Nota del 27 febbraio u.s., l’A.N.A.C., proprio come sollecitato dalla delegazione Anief nel confronti del M.I.M. in sede di confronto del 25 gennaio 2024, ha suggerito il coinvolgimento degli Uffici Scolastici Regionali “affinché pongano in essere tutti gli strumenti ritenuti più opportuni, mediante il ricorso a centrali di committenza e a soggetti aggregatori, ovvero attraverso la predisposizione di atti tipo, nel rispetto del principio di concorrenza con riguardo alla partecipazione dei piccoli operatori economici presenti anche a livello locale”.

Ancora una volta, l’intervento del sindacato guidato da Marcello Pacifico evidenzia l’importanza delle interlocuzioni e dei confronti diretti con le Istituzioni al fine di risolvere le innumerevoli problematiche che investono quotidianamente le istituzioni scolastiche.

“In materia di attività negoziale infine – dichiara Alberico Sorrentino del Dipartimento Condir Anief – auspichiamo che ci sia una chiara presa di posizione da parte del MIM sull’obbligo di remunerazione delle funzioni tecniche al personale anche alla luce del parere ANAC 54/2023 e della Deliberazione n. 3/2024/PAR Corte dei Conti della Toscana”.

 

Nota ANAC 1345 del 27 febbraio 2024 – Viaggi e concessioni

Nota 1417 del 29 febbraio 2024 – Semplificazione affidamenti delle istituzioni scolastiche ed educative per  viaggi e concessioni

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.