pnrr

Nella giornata odierna, il Dipartimento risorse umane e finanziarie, guidato dal dott. Jacopo Greco, ha tenuto un incontro cruciale con le Organizzazioni Sindacali del comparto istruzione e ricerca, riguardante le indicazioni operative sui pagamenti del personale ATA PNRR e Agenda Sud. La riunione, presieduta anche dalla Dott.ssa Simona Montesarchio, responsabile dell’unità di missione PNRR, ha visto la partecipazione del Segretario generale dell’Anief, Daniela Rosano, il segretario nazionale Chiara Cozzetto, e il responsabile nazionale del Dipartimento Condir Alberico Sorrentino.

 

Il focus principale è stato sulle scadenze dei contratti Cs e AA PNRR e Agenda Sud, che attualmente seguono due canali di finanziamento distinti. Il dott. Jacopo Greco ha confermato la copertura dei contratti Cs fino al 15 aprile 2024 nel bilancio dell’amministrazione, mentre per gli AA, la legge di bilancio ha individuato una copertura fino ad oggi a valere sulle risorse del PNRR, con una particolare attenzione alla quota relativa alle spese di gestione, limitata al 10%.

Anief ha sollevato la richiesta di estensione dei contratti Cs e AA, esprimendo preoccupazione per la mancanza di copertura fino al termine delle attività didattiche. Inoltre, considerate le difficoltà contabili delle istituzioni scolastiche, è stata proposta una soluzione normativa per liquidare le spettanze attraverso il sistema di Noipa, grazie al nuovo sistema introdotto dal DECRETO-LEGGE del 2 marzo 2024, n. 192 (PNRR) e all’art. 14 co11.

La procedura, simile a quella dei supplenti annuali, permetterà pagamenti rapidi senza controllo di capienza, semplificando la gestione contabile dei contratti. Le scuole dovranno inserire i contratti a SIDI con il codice N19 (PNRR, Agenda Sud) e trasmetterli entro la scadenza del 31 marzo 2024, con termine massimo al 30 giugno 2024.

La deroga concessa dall’ANAC alle istituzioni scolastiche per gli affidamenti dei viaggi di istruzione e le concessioni dei distributori automatici è stata annunciata dal Dott. Greco. Tuttavia, Anief ha sollevato criticità, notando che la deroga non risolve completamente il problema, lasciando spazio a proposte risolutive future.

L’amministrazione ha confermato nuovi tavoli di discussione nei prossimi mesi per affrontare le difficoltà future delle istituzioni scolastiche dopo il 1 ottobre 2024, termine della proroga accordata dall’ANAC.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.