Da giovedì 20 a sabato 22 marzo 2024, la Fortezza da Basso di Firenze ospiterà Didacta Italia, la fiera annuale che rappresenta il vertice dell’innovazione nel mondo della scuola. Quest’anno, la settima edizione sarà dedicata a Don Giovanni Bosco, fondatore dei Salesiani, celebrato come “padre e maestro della gioventù“.

 

Con un totale di 1.780 eventi, di cui 400 espositori, Didacta Italia si conferma come un’esperienza formativa di qualità per docenti di ogni ordine e grado. L’evento, presentato oggi a Firenze durante una conferenza stampa, è progettato per favorire il dibattito sull’istruzione coinvolgendo istituzioni, aziende, associazioni, imprenditori, insegnanti e dirigenti scolastici.

Il programma scientifico, curato da Indire, spazia dalla scuola dell’infanzia ai percorsi post diploma, con seminari e workshop che coprono una vasta gamma di argomenti. I docenti potranno partecipare a eventi nell’aula dell’Intelligenza Artificiale, nelle aule immersive e nell’area dedicata al metaverso.

Un’innovazione assoluta per questa edizione è l’area dedicata alle Università e all’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica. Seminari, workshop e tavole rotonde offerti dal MUR, con la collaborazione della CRUI e il contributo di numerose università e del CINECA, arricchiranno l’offerta culturale.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito sarà presente con un calendario fitto di eventi, inclusa un’ampia Arena per incontri formativi e informazioni su progetti ministeriali. La Regione Toscana sarà protagonista con uno spazio di 273 mq nel Padiglione Le Ghiaie, offrendo eventi su tematiche varie, dal progetto “Nidi Gratis” alle sfide dell’Intelligenza Artificiale.

Inoltre, il Ministero della Cultura presenterà la “Carta della cultura Giovani” e la “Carta del merito” presso il Padiglione Spadolini, offrendo laboratori didattici interattivi.

Didacta Italia 2024 è anche l’occasione per esplorare una vasta sezione espositiva con 400 espositori, segnando un aumento del 17% rispetto all’edizione precedente. Questi espositori, distribuiti su 45.000 metri quadrati, includono aziende della filiera scolastica, istituzioni nazionali e internazionali, università, scuole, associazioni, imprese, fondazioni e musei.

In memoria di Don Giovanni Bosco, fondatore dei Salesiani, Didacta Italia 2024 si pone l’obiettivo di essere non solo una fiera dell’innovazione ma anche un tributo al pensiero “In ognuno di questi ragazzi v’è un punto accessibile al bene. Compito di un educatore è trovare quella corda sensibile e farla vibrare“, caro a Giovanni Paolo II.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.