Il progetto “Narrazione e cura. La deistituzionalizzazione del sistema manicomiale in Italia: storia, immaginario, progettualità dal 1961 a oggi” offre un’opportunità unica per esplorare le sfide e le trasformazioni nel campo della salute mentale in Italia. Nell’ambito di questo progetto, venerdì 22 marzo, sono previsti due appuntamenti imperdibili che mettono in luce aspetti cruciali legati alla narrazione e alla cura psichiatrica.

 

La giornata inizierà alle 17 presso l’aula Motzo della facoltà di Studi umanistici (Sa Duchessa), dove si terrà una tavola rotonda dal titolo “Filmare la cura psichiatrica oggi: Kripton (ITA 2023)”. Al centro del dibattito sarà il docufilm di Francesco Munzi, che offre uno sguardo intenso sulla vita quotidiana in due comunità psichiatriche vicino a Roma. Accanto al regista, interverranno i docenti Bernardo Carpinello, Antioco Floris ed Emiliano Ilardi, con la coordinazione della docente Marina Guglielmi.

A seguire, alle ore 21, al cinema Odissea (viale Trieste, 84), verrà proiettato in prima regionale il film “Kripton” (prodotto da Cinemaundici e Rai Cinema), recentemente presentato al 71° Festival del Cinema di Venezia e ora nelle sale dal 18 gennaio. Questo evento offre al pubblico l’opportunità di immergersi completamente nell’esperienza cinematografica e di esplorare le tematiche affrontate nel documentario.

Il progetto “Narrazione e cura” è stato avviato nell’ottobre 2023 e finanziato dai fondi PRIN 2022 (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale). Con l’Università degli Studi di Cagliari come capofila e la supervisione scientifica della professoressa Marina Guglielmi del dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali, il team interdisciplinare di ricerca si propone di esaminare le sfide e gli sviluppi nel campo della salute mentale in Italia.

Oltre agli obiettivi di ricerca specialistica, il progetto mira anche a informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle questioni legate alla deistituzionalizzazione dei manicomi e alle pratiche di salute mentale. Un portale online dedicato alla storia dei manicomi, alle politiche di salute mentale e agli immaginari associati, fornirà un ricco archivio di risorse accessibili a tutti.

Inoltre, la giornata di venerdì 22 marzo sarà l’occasione per commemorare il centenario della nascita di Franco Basaglia (1924-1980), lo psichiatra veneziano che ha svolto un ruolo fondamentale nell’ispirare la legge che ha portato alla chiusura dei manicomi in Italia. Il suo lavoro e il suo impegno continuano a influenzare il modo in cui affrontiamo le questioni legate alla salute mentale nella società contemporanea.

Questi eventi offrono una preziosa opportunità di riflessione e dialogo su temi importanti che riguardano la nostra comunità e il nostro benessere collettivo. Non mancate!

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.