Nel quadro delle discussioni alla Camera dei Deputati, l’onorevole Paola Frassinetti, sottosegretario all’Istruzione e al Merito, ha fornito aggiornamenti fondamentali riguardanti la proroga dei contratti dei collaboratori scolastici, con particolare riferimento al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e all’Agenda Sud.

 

Frassinetti ha inizialmente sottolineato il ruolo cruciale del Governo nell’individuare una soluzione per garantire alle scuole il supporto del personale ATA aggiuntivo, indispensabile per l’attuazione delle azioni previste sia dal PNRR che dall’Agenda Sud. Tale impegno si è tradotto in interventi normativi che hanno messo a disposizione risorse significative, pari a circa 62 milioni di euro nel 2023 e 50 milioni di euro nel 2024.

Tuttavia, la questione delle risorse destinate alla proroga dei contratti dei collaboratori scolastici ha richiesto una distinzione precisa rispetto ad altri profili ATA, come gli assistenti amministrativi e tecnici. Mentre i compensi di questi ultimi rientrano nel finanziamento del PNRR, quelli dei collaboratori scolastici sono stati stanziati dalla legge di bilancio 2024.

Il sottosegretario ha precisato che i compiti dei collaboratori scolastici non rientrano nei requisiti della circolare ministeriale del 2022, pertanto non sono finanziabili con le risorse del PNRR. Questo ha reso necessario l’individuazione di fondi appositi da parte del Ministero dell’Istruzione e del Merito per garantire la continuità dei loro contratti.

Per quanto riguarda gli assistenti amministrativi e tecnici impiegati nei progetti PNRR, è stato ottenuto il finanziamento delle loro spese di gestione fino al 2026, entro il limite del 10% delle spese totali. Grazie a questa concessione, si potrà continuare a impiegare questo personale per un periodo più lungo.

Il decreto-legge PNRR 4 ha semplificato le procedure di liquidazione dei compensi, che verranno erogati direttamente dal sistema NoiPA, consentendo una maggiore efficienza e trasparenza nell’elaborazione dei pagamenti.

Infine, per quanto riguarda la proroga dei contratti dei collaboratori scolastici fino al 30 giugno 2024, Frassinetti ha comunicato che sono in corso le trattative per individuare le risorse necessarie, stimandole intorno ai 20 milioni di euro.

La possibilità di stipulare nuovi contratti entro il 31 marzo e l’adozione di pagamenti centralizzati su NoiPA sono altre novità introdotte dal decreto PNRR, che mira a semplificare e ottimizzare l’organico aggiuntivo ATA, garantendo un supporto efficace alle scuole italiane.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.