Il mondo ATA è in fermento in vista dell’aggiornamento delle graduatorie 2024, con l’attenzione focalizzata sulle novità che porterà il Decreto Ministeriale con sé.

 

L’Operatore Scolastico

La notizia principale è l’introduzione della figura dell’Operatore Scolastico, che mira a rispondere alle esigenze emergenti nel contesto scolastico. Questa nuova figura dovrebbe rivestire un ruolo di rilevanza all’interno delle istituzioni scolastiche, anche se a dirla tutta ci sembra soltanto una copia del Collaboratore Scolastico con delle mansioni in più o in meno e qualche spicciolo di paga in aggiunta. Sopratutto ancora non si è capito se questo figura vedrà la luce con la terza fascia, oppure, sarà ad un primo momento rimpinguata dai Collaboratori Scolastici che ne richiederanno accesso in mobilità o “promossi” al nuovo ruolo grazie a specifiche richieste del Ministero.

Al momento, non ci è dovuto sapere, sicuro è, che sé questa figura deve nascere senza fondi a regime la sua vita sarà breve o solo di facciata, ricordate il coordinatore amministrativo? Speriamo non faccia la stessa fine.

Quando uscirà il Bando?

Il periodo previsto per l’aggiornamento delle graduatorie di terza fascia ATA ormai è palese, sarà sicuramente compreso tra maggio e giugno (scommetto per il 15 maggio), durante il quale verranno integrate le nuove disposizioni introdotte dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) 2019-2021. Tuttavia, sarà il Decreto Ministeriale a dettare le regole precise e i requisiti specifici per ciascuna posizione professionale.

Uno degli aspetti più attesi riguarda i titoli necessari per accedere al profilo di Collaboratore Scolastico, i quali non sono stati ancora definiti nel CCNL. Inoltre, per tutti i profili professionali, sarà richiesta la famigerata certificazione informatica di Alfabetizzazione Digitale, fatta eccezione proprio per i Collaboratori.

Se nulla cambia, i requisiti di base fissati dal CCNL prevederanno il diploma come titolo minimo per l’accesso ad Assistenti Amministrativi, Tecnici, Cuochi e Guardarobieri. Per gli Infermieri, invece, sarà richiesta la laurea, mentre per gli Operatori Scolastici servirà:

  • Attestato di qualifica
    professionale di operatore dei servizi sociali + Alfabetizzazione Digitale

oppure

  • diploma di qualifica
    triennale professionale o
    Certificato di competenze
    con promozione in IV +
    Alfabetizzazione Digitale e OSA

La fase cruciale ora è rappresentata dall’emanazione del Decreto Ministeriale, attesa con trepidazione da parte di tutti gli interessati. Solo con la pubblicazione di questo provvedimento sarà possibile compilare correttamente le domande per le graduatorie 2024.


Iscriviti al mio gruppo whatsapp 👇

🔵 NOI ATA – gruppo Whatsapp per il Confronto, le Notizie, i Concorsi e i Corsi per il personale scolastico ed aspiranti

https://chat.whatsapp.com/CDbgmOBoZus7j09Ldwpard

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.