Aggressioni docenti

Il comitato docenti precari della scuola, esortano all’avvio tempestivo dei percorsi abilitanti, in particolare quelli da 30 CFU previsti per gli insegnanti con tre anni di servizio presso le scuole statali o paritarie, come stabilito dal Decreto Legge n.75 del 22 giugno 2023, convertito con Legge n.112 del 10 agosto 2023.

 

Il ritardo nell’emanazione delle norme attuative di tali corsi mette a rischio la possibilità per i docenti interessati di inserirsi con riserva nella prima fascia delle Graduatorie Provinciali Storiche, il cui rinnovo è imminente.

Attivando solo i percorsi da 30 CFU per docenti già di ruolo e/o già abilitati, altre categorie si trovano in difficoltà, essendo ferme ai nastri di partenza senza la possibilità di accedere a un percorso formativo, nonostante possiedano i requisiti, privandoli di un’opportunità mai avuta prima.

I Comitati si rivolgono al Ministro dell’Università e della Ricerca Annamaria Bernini, chiedendo di emanare le disposizioni di legge necessarie entro la prima settimana di aprile per consentire alle Università di avviare i percorsi e predisporre i relativi bandi di iscrizione, come richiesto anche dal responsabile nazionale del dipartimento istruzione della Lega, Onorevole Mario Pittoni.

Contestualmente, chiedono al Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara di prorogare i termini delle procedure di inserimento nelle Graduatorie Provinciali e dello scioglimento della riserva, al fine di consentire agli insegnanti l’iscrizione ai corsi e alle Graduatorie Provinciali Storiche con riserva, sciogliendo tale riserva in tempo utile.

Con i tempi ridotti, i Comitati sperano che le richieste siano accolte per evitare ulteriori difficoltà e disparità di trattamento.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.