La XVI edizione del concorso scolastico ‘Ambasciatori dei Diritti Umani’, organizzato da Società Umanitaria con LIDU, Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo affiliata a International League For Human Rights, SIOI, FIABA ETS e ADU, Associazione dei Diritti Umani ha di recente chiuso i battenti con la proclamazione delle vincitrici e dei vincitori delle sedi di Milano, Roma e Napoli.

I premiati e i menzionati

Beatrice Carù, Erica Valente e Alessandro Bodini, eletti ‘Ambasciatori dei Diritti Umani’ per la sede di Milano – Raissa Carpine, Alessandro Iuliano e Alessio Piano per la sede di Napoli – Matteo Lais, Alessandro Cardinale e Bianca Corsi per la sede di Roma, rispettivamente studenti del Liceo Ginnasio Statale ‘Augusto’ e del Chris Cappell College di Anzio. Le Menzioni assegnate dalla Giuria della sede di Roma sono andate a Diletta Gambirasi, Liceo Ginnasio Statale ‘Augusto’ – Diana Gallea, Liceo classico e scientifico statale ‘Aristofane’ – Noemi Arnao, Chris Cappell College di Anzio – Chiara Gargiulo, Liceo classico ‘Pilo Albertelli’.

Cerimonia di premiazione

La cerimonia di proclamazione delle studentesse e degli studenti individuati dalle giurie come estensori dei migliori elaborati e delle autrici e autori delle menzioni si è svolta a distanza venerdì 22 marzo scorso alla presenza di Alberto Iannuzzelli, Presidente della Società Umanitaria. Quest’anno dedicato al tema dello sviluppo dell’Intelligenza Artificiale nel rispetto dei Diritti Umani, il concorso ha visto la partecipazione interessata e motivata di un numero ragguardevole di giovani delle classi IV e V delle scuole secondarie di II grado che hanno affrontato la prova con serietà e con il consueto impegno.

I Presidenti di Commissione delle tre sedi nazionali di svolgimento del concorso, chiamati ad esprimere le loro considerazioni, hanno evidenziato la buona preparazione degli studenti che, in più di un caso, si sono mostrati informati e volenterosi nell’esprimere idee personali utili per affrontare con responsabilità l’ormai inarrestabile sviluppo tecnologico avendo cura del rispetto dei diritti umani.  Attraverso esempi concreti, i giovani aspiranti ambasciatori dei diritti umani hanno esaminato i possibili rischi che l’Intelligenza Artificiale presenta nel campo delle discriminazioni di genere, provenienza etnica, fede religiosa e origini culturali. Le candidate e i candidati hanno inoltre espresso la necessità di impegnarsi nella difesa delle relazioni umane nel settore educativo e in quello sociale dove l’incontro e l’intervento di aiuto non possono essere mediati da una macchina.

Non sono mancati gli spunti creativi, in riferimento alla protezione del diritto d’autore e alla privacy in ogni suo ambito, la maturità di pensiero e il grande desiderio delle studentesse e degli studenti di impegnarsi ogni volta in prima persona nella difesa e nella tutela dell’uomo e della sua intelligenza, quindi della democrazia e conseguentemente della totalità dei diritti umani individuali, sociali e internazionali. I giovani partecipanti hanno rilevato inoltre i grandi vantaggi derivanti dall’uso responsabile dell’Intelligenza Artificiale nel campo medico-scientifico, nei trasporti, nella sicurezza e nel sostituire l’uomo nei lavori ripetitivi e alienanti apportando sviluppo economico e progressione sociale.

Autorità intervenute

La cerimonia di premiazione degli ‘Ambasciatori dei Diritti Umani’ 2023/2024 è stata aperta dall’intervento istituzionale di Alberto Iannuzzelli, Presidente della Società Umanitaria, seguito dalle relazioni di Maura Striano, Assessora all’Istruzione e alla Famiglia del Comune di Napoli – Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili – Carla Consuelo Fermariello, Presidente Commissione Scuola del Comune di Roma – Giammattia Bazzoli, vice Direttore Focus – Prof. Daniele Gallo, Giuria sede di Milano e Direttore Didattico della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici ‘P.M. Loria’ – Prof.ssa Rosaria Brocato, Presidente di Giuria della sede di Roma e Responsabile Scuola e Formazione di FIABA ETS – Prof. Luigi Scotti, Presidente della Giuria di Napoli.

I premi assegnati ai vincitori

Ai giovani vincitori del concorso viene assicurato un viaggio-premio, quest’anno a Strasburgo nel mese di settembre, per assistere ai lavori della seduta plenaria di insediamento del Parlamento europeo di prossima elezione. Inoltre, i primi tre classificati delle sedi di Roma, Napoli e Milano avranno la possibilità di partecipare alla ‘Winter School’ organizzata dalla SIOI. Tutti gli ‘ambasciatori’ eletti nel corso della XVI edizione del concorso riceveranno infine, come omaggio, un abbonamento annuale a Focus.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.