Ecco la bozza dell’O.M che permetterà l’aggiornamento delle GPS, compreso il parere del CSPI, peraltro organo che si aggiornerà quest’anno.

 

Le GPS 2024/26: Continuità e Cambiamenti

Le GPS per il biennio 2024/26 mantengono la loro struttura consolidata, divise in due fasce: la prima per i docenti abilitati e la seconda per chi detiene il titolo di studio per l’accesso alle classi di concorso. Nell’ambito dell’Infanzia e Primaria, la prima fascia è riservata a chi ha ottenuto l’abilitazione con laurea in Scienze della formazione primaria o diploma magistrale entro l’anno scolastico 2001/02, mentre la seconda fascia accoglie i laureandi del medesimo corso, al terzo anno con almeno 150 CFU.

GPS Secondaria di Primo e Secondo Grado

Per la scuola secondaria, la prima fascia è aperta agli abilitati, e la seconda a chi era già inserito o possiede il titolo di studio adeguato secondo la normativa attuale.

GPS e ITP

Anche per gli ITP (Insegnanti Tecnico Pratici), l’abilitazione è necessaria per la prima fascia, mentre la seconda è accessibile a chi ha un diploma di istituto tecnico o professionale che consente l’accesso alla classe di concorso della tabella B.

GPS Sostegno

Per il sostegno, la specializzazione è determinante, ma anche l’esperienza di servizio conta. La prima fascia è aperta a chi ha la specializzazione per il grado richiesto, e la seconda a chi ha tre anni di servizio specifico.

Inserimento ‘a Pettine’ e Punteggio Aggiuntivo

I docenti con titolo estero possono ora inserirsi ‘a pettine’ nella prima fascia GPS, una novità rispetto all’inserimento in coda dell’anno precedente. Inoltre, è previsto un bonus di 24 punti per i concorsi e percorsi abilitanti, e i diplomati magistrale depennati dalle GAE possono far valere il punteggio di servizio per le GPS 2024/26.

Visualizzazione dell’Ipotetico Punteggio

Al termine della domanda GPS, sarà possibile vedere un’ipotesi di punteggio, soggetta a conferma o modifica dall’Ufficio Scolastico.

Riserva per il Servizio Civile e Sostituzione del Titolo di Accesso

La bozza prevede una riserva del 15% per il servizio civile universale e la possibilità di sostituire il titolo di accesso con un’abilitazione più vantaggiosa in prima fascia GPS.

Il Parere del CSPI

Il CSPI ha espresso il suo parere, richiamando il contenuto del documento precedente votato nella seduta plenaria n. 121 del 23.2.2024. Le modifiche principali riguardano:

  1. La possibilità di iscrizione con riserva per i titoli previsti per l’insegnamento negli istituti specializzati.
  2. La possibilità per chi ha un titolo di accesso estero non riconosciuto di stipulare contratti a tempo determinato.
  3. La valutabilità dei servizi prestati a seguito di provvedimenti giurisdizionali cautelari.

Il CSPI non ha eccezioni per i punti 1 e 3, ma per il punto 2, sottolinea l’importanza del tempestivo riconoscimento dei titoli esteri per garantire il buon funzionamento delle graduatorie e delle supplenze. Inoltre, propone un correttivo per la valorizzazione della partecipazione a prove concorsuali selettive e sottolinea la necessità di procedure di reclutamento per docenti specializzati nella scuola secondaria di I grado a indirizzo Montessori. Infine, chiede di inserire un periodo all’art. 15, comma 1, per assicurare omogeneità e uniformità di trattamento degli aspiranti.

L’OM

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.