Abbiamo letto con soddisfazione le dichiarazioni rassicuranti del Ministro Valditara rivolte alle istituzioni scolastiche circa la proroga del personale collaboratore scolastico dell’organico aggiuntivo “che sta svolgendo un ruolo importante nel sostegno al sistema educativo, peraltro durante una fase caratterizzata dalla realizzazione delle misure finanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dalle iniziative di Agenda Sud”. Il Ministro ha aggiunto che questo sarebbe: “Un ulteriore impegno, da noi fortemente voluto, per garantire la massima continuità delle attività che il personale sta svolgendo a supporto delle scuole, a fronte di molteplici scadenze, dal PNRR ad Agenda Sud”.
Ebbene, mancano poche ore alla scadenza di questi contratti e come FLC CGIL costatiamo che le scuole non hanno ancora ricevuto direttive in proposito.
Le parole del Ministro hanno una valenza politica importante e devono coerentemente e tempestivamente tradursi in azioni concrete. Questo chiedono le scuole, i 6 mila collaboratori scolastici e la FLC CGIL, che ha indetto lo stato di agitazione anche per questa ragione. In casi come questi la buona volontà non basta! 
Ci aspettiamo che il Ministro passi dalle parole ai fatti e dia disposizione, con gli strumenti che la sua carica gli consente, senza interporre altro tempo, ai suoi uffici e alle scuole di prorogare i contratti.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.