Il Comitato per la Proroga dei Contratti PNRR e Agenda Sud ha sollevato un pressante appello, evidenziando le criticità e le contraddizioni presenti nelle recenti disposizioni ministeriali.

 

Il comunicato, redatto dai capi dipartimento, mette in luce le lacune nel comunicato ministeriale, che, se da un lato annuncia un finanziamento di 14 milioni di euro, dall’altro manca di specificità cruciali come l’inizio e la durata dei contratti. Questa mancanza di chiarezza ha gettato migliaia di lavoratori nell’incertezza più totale.

La questione semantica attorno al termine “proroga” è stata sollevata, evidenziando la necessità di una rinegoziazione contrattuale piuttosto che un mero prolungamento. Nel frattempo, nelle scuole italiane, il caos regna sovrano, con alcune scuole che richiedono il ritorno immediato dei collaboratori e altre che si rifiutano di assumersi ulteriori responsabilità senza indicazioni chiare dal Ministero.

Il Comitato, dopo aver invano cercato risposte dalle istituzioni competenti, ha lanciato un appello urgente per un intervento legislativo che garantisca il ritorno al lavoro dei collaboratori con contratti PNRR e Agenda Sud, sottolineando l’importanza cruciale del loro ruolo nel regolare funzionamento delle scuole italiane.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.