Quarantaquattro anni sono trascorsi dall’assassinio dell’ufficiale dei Carabinieri Emanuele Basile, un tragico evento che ha segnato profondamente la comunità di Monreale e l’intero Paese. Basile, figura emblematica di valori civici e di coraggio, viene ricordato oggi dal Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, che intende preservarne il ricordo come esempio educativo per le future generazioni.

 

Emanuele Basile, nato il 2 luglio 1949 a Taranto, ha dedicato la sua vita al servizio dello Stato e alla lotta contro la criminalità organizzata. Dopo aver comandato la Compagnia di Sestri Levante, si trasferisce alla caserma di Monreale, dove collabora attivamente con il capo della Squadra Mobile di Palermo, Boris Guliano, anch’egli vittima della mafia. Basile ha condotto indagini cruciali sul traffico di droga legato ai Corleonesi, dimostrando un impegno straordinario e un grande senso del dovere.

La sera del 3 maggio 1980, mentre partecipava a un evento pubblico con la moglie e la figlia, Basile è stato vilemente attaccato da sicari mafiosi. Nonostante il coraggioso tentativo della moglie di difenderlo, è stato ferito mortalmente. La sua morte ha scosso l’Italia intera, evidenziando ancora una volta il costo della lotta contro la criminalità organizzata.

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, per onorare la memoria di Basile, ha commissionato un elaborato alla studentessa Benedetta Frau del Liceo Scientifico Filolao di Crotone, che ha delineato con precisione la vita e l’opera di questo eroe della legalità.

Il presidente del CNDDU, Prof. Romano Pesavento, sottolinea l’importanza di ricordare figure come quella di Basile, affinché possano fungere da esempio per tutti i cittadini e per coloro che ricoprono ruoli di rilievo nella società. Invita gli studenti e i docenti a partecipare al progetto #inostristudentiraccontanoimartiridellalegalità, per rendere omaggio a chi ha sacrificato la propria vita per difendere i valori fondamentali dello Stato di diritto.

Emanuele Basile rimarrà per sempre nell’animo del Paese come un simbolo di coraggio, dedizione e amore per la giustizia. La sua memoria continuerà a ispirare le future generazioni nella lotta contro ogni forma di illegalità e ingiustizia.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.