Nel contesto della vibrante campagna di orientamento targata Unifg 2024, il 09 maggio alle ore 15:00 presso il Palazzo di Ateneo si svolgerà una conferenza stampa di presentazione dell’evento “HackAreel”raccontiamo la bellezza di ciò che ci circonda.

Il nuovo hackathon, previsto il 16 maggio a partire dalle 14:30 presso l’Aula Magna Valerio Spada in via Caggese 1 a Foggia, parte della campagna Orientamento e nasce con l’intento di raccontare e riscoprire nelle nostre città la bellezza da preservare e valorizzare.  

Il programma della giornata si articola in una serie di sessioni ispirazionali, workshop pratici e lavori di gruppo e culminerà in una serata di celebrazione culturale e musicale.

In occasione dell’hackathon ciascun concorrente individuale e/o Team iscritto sarà chiamato a cogliere la challenge lanciata sulla base di specifiche tematiche e requisiti presentando un progetto. L’iscrizione all’hackathon, che prevede il numero massimo di 630 partecipanti, si formalizza attraverso la compilazione del modulo pubblicato all’indirizzo  https://forms.gle/Yie3tHXeJcv1QEvi6.

L’HackAreel, raccontiamo la bellezza di ciò che ci circonda, è aperto a tutti gli studenti regolarmente iscritti (che hanno formalizzato l’iscrizione tramite il pagamento delle tasse) presso l’Università di Foggia, laureandi e neo- laureati compresi gli studenti che fanno parte del programma Erasmus+, studenti iscritti a corsi di specializzazione e studenti dell’ultimo e del penultimo anno di istituti di istruzione superiore, che abbiano raggiunto la maggiore età, portatori di un’idea o un progetto di interesse. I progetti presentati dai team, nella fase conclusiva dell’Evento, saranno valutati da una Giuria, individuata dall’Università di Foggia, che avrà il compito di eleggere i Team vincitori e di assegnare come premio la realizzazione del prodotto progettato.

L’evento in serata si sposterà in Piazza Giordano e proseguirà con i saluti istituzionali, presentazioni multimediali, stand gastronomici allestiti da studenti di un istituto alberghiero, musica dal vivo e un DJ set, creando un’atmosfera festosa che celebra l’impegno e la creatività degli studenti. L’evento è aperto oltre che a studenti, a docenti e a professionisti del settore.

Il Magnifico Rettore dell’Unifg, Prof. Lorenzo Lo Muzio, afferma: “Questo hackathon rappresenta un’opportunità unica per i partecipanti di sperimentare metodologie di apprendimento non convenzionali. L’evento è progettato per stimolare la collaborazione tra discenti di diverse discipline, incentivando la creazione di soluzioni innovative a sfide sociali urgenti come l’educazione, la cittadinanza attiva e l’inclusione.”

La Prof.ssa Giusi Antonia Toto, docente di Pedagogia Speciale e Delegata del Rettore alla Formazione Insegnanti e Formazione Continua e all’Orientamento, aggiunge: “Questo hackathon non è solo un evento di apprendimento, ma anche un momento di incontro e di scambio. È un’occasione per gli studenti di trasformare le loro idee in progetti concreti, facendo un primo passo verso il cambiamento sociale positivo.”

Il Prof.re Giorgio Mori, Docente di Istologia e Delegato alla Didattica, sottolinea l’importanza dell’inclusività dell’evento: “Attraverso questo hackathon, offriamo un ambiente accogliente dove studenti e professionisti possono collaborare, imparare reciprocamente e divertirsi. È un’esperienza formativa che trasmette conoscenze pratiche e promuove l’integrazione sociale.”

Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito web dell’evento: https://hackathon.unifg.it/

Contatti:

learningsciencesinstitute@unifg.it  

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.