Al Salone Internazionale del Libro di Torino, il Learning Sciences Institute (LSi) dell’Università di Foggia ha brillato con il suo impegno per la costruzione di una società inclusiva. Ospiti nello stand della Regione Puglia, il team coordinato dalla prof.ssa Giusi Antonia Toto ha presentato un programma ricco di attività e innovazioni, culminando nel lancio della piattaforma L.I.A. (Learning Inclusion Award).

 

Il Magnifico Rettore dell’Università di Foggia, il prof. Lorenzo lo Muzio, ha espresso grande soddisfazione per il ruolo che il LSi ha assunto: “Sono incredibilmente orgoglioso del ruolo che il Learning Sciences Institute ha assunto nell’Università di Foggia nel promuovere una cultura dell’inclusione. L’impegno che abbiamo dimostrato al recente Salone del Libro di Torino riflette i valori fondamentali che guidano la nostra istituzione: diversità, uguaglianza e accessibilità. Il Salone del Libro è stato un evento significativo per mettere in mostra il nostro impegno concreto verso l’inclusione attraverso una serie di iniziative e progetti dedicati. È stata un’opportunità unica per dimostrare che la nostra università non solo abbraccia la diversità, ma la celebra attivamente. Per noi, questi valori non sono semplicemente slogan, ma principi che informano ogni aspetto della nostra missione accademica e sociale. Continueremo a sostenere iniziative che favoriscono una società più inclusiva e accogliente per tutti. È un impegno che definisce chi siamo e ciò in cui crediamo profondamente.”

La prof.ssa Toto ha sottolineato l’importanza dell’evento: “Partecipare al Salone Internazionale del Libro di Torino è stata un’opportunità straordinaria per il Learning Sciences Institute dell’Università di Foggia. In un contesto così ricco di idee e stimoli culturali, abbiamo potuto condividere la nostra visione e il nostro impegno per promuovere una cultura dell’inclusione. La presentazione del libro “Per una Cultura dell’Inclusione” e i laboratori interattivi sono stati momenti intensi di confronto e riflessione. Abbiamo avuto l’opportunità di incontrare giovani e bambini appassionati e motivati, persone desiderose di fare la differenza nella vita di coloro che vivono situazioni di svantaggio e marginalizzazione. Come docente di Didattica e Pedagogia speciale, sono convinta che l’inclusione non sia solo un obiettivo da raggiungere, ma un percorso continuo di apprendimento e adattamento. Lanciare il Learning Inclusion Award è stata un’ulteriore conferma del nostro impegno a creare un mondo più inclusivo e accessibile per tutti. Questa piattaforma sarà un importante punto di riferimento per condividere le buone pratiche, ispirare azioni concrete e promuovere una cultura dell’accoglienza e della diversità. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito al successo di questa giornata e invito chiunque condivida la nostra missione a unirsi a noi nel nostro viaggio verso un futuro più inclusivo e solidale”.

Il libro “Per una Cultura dell’Inclusione” è stato uno dei protagonisti dell’evento, offrendo una raccolta di teorie e pratiche per rendere l’inclusione una realtà tangibile. I laboratori “Che Musica Leggi?” e “Ti Racconto Utopia” hanno coinvolto i visitatori in esperienze interattive che hanno esplorato le sfide e le possibilità dell’inclusione sociale e culturale.

Il prof. Luigi Traetta, associato di Didattica e Pedagogia Speciale, ha evidenziato l’importanza del Salone come luogo di scambio e crescita: “Vogliamo andare oltre le parole e trasformare le nostre idee in azioni che rendano il mondo un posto più inclusivo. In questo contesto stimolante, abbiamo potuto incontrare persone con idee affini e lavorare insieme per sviluppare strategie e progetti concreti che promuovano l’inclusione attraverso la cultura e la letteratura.”

Il lancio della piattaforma digitale Learning Inclusion Award (LIA) ha rappresentato il momento culminante dell’evento. LIA si propone di raccogliere esperienze, storie di successo e stimoli culturali che promuovono l’inclusione in tutte le sue forme, fungendo da catalizzatore per azioni concrete verso una società inclusiva.

Il Learning Sciences Institute ringrazia calorosamente tutti i partecipanti e invita chiunque sia interessato a promuovere l’inclusione a visitare il loro sito web e seguire i canali social per ulteriori informazioni.

Per ulteriori dettagli sulla piattaforma LIA e sulle attività del Learning Sciences Institute, vi invitiamo a visitare il nostro sito web e a seguire i nostri canali sui social media.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.