Si chiama YouGoody il progetto rivoluzionario promosso dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, che verrà ufficialmente presentato lunedì 20 maggio dalle 10 alle 13, nell’aula Consiglio del Rettorato di via Università.

 

La conferenza, organizzata dall’Università di Cagliari, è intitolata “Prevenire con… stile: 10.000 cittadini sardi per la prevenzione del cancro” e mira a lanciare una nuova iniziativa di prevenzione oncologica coinvolgendo direttamente la comunità sarda.

Il progetto YouGoody si pone l’obiettivo ambizioso di coinvolgere, entro i prossimi due anni, circa 100mila persone dai 18 anni in su. I partecipanti saranno invitati a compilare una serie di questionari che permetteranno di raccogliere dati preziosi sulle loro abitudini alimentari, stili di vita e stato di salute. Questi dati saranno essenziali per identificare e promuovere nuovi stili di vita e alimentari associati al mantenimento di una buona salute.

La Sardegna, attualmente esclusa dalle indagini statistiche relative agli stili di vita e ai comportamenti potenzialmente legati all’insorgenza di neoplasie, sarà finalmente al centro di un’analisi dedicata. L’assenza di dati specifici sulla popolazione dell’Isola a livello nazionale ed europeo ha spinto l’Università degli Studi di Cagliari a collaborare con l’Istituto Tumori di Milano per lanciare una campagna mirata a coinvolgere la comunità sarda. L’obiettivo iniziale è quello di reclutare non meno di 7/8.000 iscritti attraverso la mobilitazione di associazioni e organizzazioni locali.

I dati raccolti attraverso il progetto YouGoody saranno fondamentali per identificare nuovi stili di vita e abitudini alimentari che possano contribuire a prevenire l’insorgenza di tumori, promuovendo così una cultura della prevenzione e del benessere.

All’incontro del 20 maggio, due rappresentanti dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Valeria Pala e Claudia Agnoli, esporranno rispettivamente il razionale del progetto e le tecniche e strategie di reclutamento. L’evento vedrà la partecipazione dei presidenti degli ordini professionali, dei rappresentanti dei circoli ricreativi degli enti pubblici, e dei rappresentanti degli studenti e studentesse in Consiglio e in Senato accademico.

L’Università di Cagliari e l’Istituto Tumori di Milano invitano la cittadinanza a partecipare attivamente a questo progetto, che rappresenta un passo importante verso una maggiore consapevolezza e prevenzione del cancro in Sardegna.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.