concorso ordinario docenti

Fine settimana sui proverbiali carboni ardenti per i candidati al concorso ordinario per dirigente scolastico. Soltanto sei Uffici Scolastici Regionali hanno chiuso in tempo per il fine settimana pubblicando i risultati della prova preselettiva: Calabria, Campania, Lazio, Marche, Piemonte e Puglia.

Per gli altri 13335 candidati responso rinviato a lunedi e week end di passione.

I PUNTEGGI: PIU’ BASSI DELLE ASPETTATIVE

Intanto la prima sorpresa arriva dai risultati ufficiali (quelli già comunicati). Notevolmente più basse le soglie di accesso allo scritto rispetto a quelle attese.

Come da previsioni è finora la Campania la regione dove è servito il punteggio più alto per superare la prova preselettiva. La sorpresa ha riguardato il punteggio finale: appena 40. Molto più basso di quello che candidati e sindacati avevano prospettato all’ uscita del bando con la previsione di soglie di accesso allo scritto altissime nelle regioni con il minor numero di posti (tutte quelle del sud, il Lazio e l’ Emilia Romagna).

Il rischio di dover competere da soglie superiori ad almeno 45/50 aveva convinto migliaia di candidati a scegliere altre regioni, in molti casi neanche troppo vicine.

I risultati fino ad ora pubblicati rispettano le proporzioni tra regioni, ma con un drastico ridimensionamento dei punteggi utili, con il Piemonte dove bastano 35/50, Lazio e Calabria con 37/50, Marche e Puglia con 38/50.

WEEK END AL CARDIOPALMA

I risultati pubblicati finora hanno riguardato però soltanto 11609 dei 24944 candidati al concorso. Meno della metà. Gli altri 13335 candidati sono costretti ad attendere la riapertura degli uffici di lunedi. Trascorrendo un lunghissimo week end all’ insegna dell’ ansia e delle proiezioni fatte in casa o a mezzo social.

E già. Perché un ruolo determinante nell’ attesa lo stanno avendo le chat ed i gruppi più o meno riservati dei candidati, dove circolano sondaggi e rilevazioni fatti in casa (condotti in gran parte su basi scientifiche alquanto discutibili), ai quali si affiancano le più tradizionali “voci” provenienti da amici degli amici, anonimi funzionari e ovviamente dai soliti beninformati. Tutte tendenzialmente contraddittorie.

I RICORSI

Intanto, come ampiamente previsto dalla Voce della Scuola partono i primi ricorsi. Già dalla mattina della prova giravano in rete i nomi di avvocati che raccoglievano adesioni e non c’ è dubbio che altri se ne aggiungeranno proprio durante questo fine settimana visto che, in attesa del responso delle regioni mancanti, ci sono già oltre 10mila bocciati “ufficiali”.

Sono diversi i motivi di ricorso nei confronti di questa tornata concorsuale” spiega alla Voce della Scuola Guido Marone, avvocato ben noto nel mondo dei concorsi della scuola e proprio dei ricorsi della scorsa tornata concorsuale dei ds poi sfociati nella sanatoria ope legis del concorso riservato.

Anzitutto c’ è la questione dei quadri di riferimento pubblicati solo 36 ore prima e comunque la disparità rispetto alle precedenti procedure concorsuali quando invece era stato pubblicato un vero e proprio repertorio delle domande” spiega. “Ma soprattutto c’ è il meccanismo con il quale è stata strutturata la prova preselettiva, stabilendo di fatto delle soglie di accesso differenziate per regione nonostante il concorso resti un concorso nazionale seppure svolto su base regionale, con l’ effetto che a parità di test sostenuto ci sono regioni dove si potrà andare avanti ed altre dove invece si è bocciati”.

Alla domanda se abbia già ricevuto richieste di informazione da parte dei concorrenti, Marone risponde senza imbarazzo: “già da prima che si tenesse la prova abbiamo attivato un link per la richiesta di informazioni (https://www.leggescuola.it/ricorsi/ricorso-concorso-dirigenti-scolastici-2024-mancato-superamento-prova-preselettiva/) al quale abbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere decine di richieste di chiarimento su di un concorso che anche a chi non è un esperto legale ha mostrato da subito più di una stranezza proprio per come è stato concepito”.

Concorso dirigenti scolastici: arrivano i quadri di riferimento della preselettiva un giorno e mezzo prima dell’ esame. Si profila una nuova valanga di ricorsi?

Ricorso Concorso Dirigenti Scolastici 2024 – Prova preselettiva

Autore

2 pensiero su “Preselettiva concorso a Dirigente Scolastico: lungo week end sui carboni ardenti per metà dei concorrenti mentre partono già i primi ricorsi”
  1. Come si fa a prestare il fianco a ricorsi prevedibilissimi e annunciati inviando informazioni chiave un giorno prima? O si provocano ricorsi ad arte o si è incapaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.